Dramma sulla provinciale, la moto di Giulio finisce contro il guardrail. È morto sul colpo

La tragedia è avvenuta Mentre Giulio Scalfi, di anni 39, era in sella alla sua Ducati 848 Evo. L’uomo ha perso il controllo del mezzo e sulla Strada provinciale 57 in territorio di Gavardo, direzione di Vallio Terme, si è consumato il tragico evento.

Giulio si è schiantato contro il guard-rail ed è stato sbalzato e trascinato sull’asfalto per diversi metri. Per lui, purtroppo, non c’è stato niente da fare. Saranno celebrati sabato mattina alle 10, nella chiesa parrocchiale di Muscoline, i funerali del giovane Giulio Scalfi, morto a 39 anni in un tragico incidente in moto.

Il terribile incidente è avvenuto giovedì 19 agosto. Giulio Scalfi era appena uscito di casa, risiedeva a Muscoline insieme alla fidanzata Alessandra, per fare un giro in moto, una delle sue passioni più radicate. Solo che qualcosa è andato storto, pochi minuti dopo le 7. Non sono valsi a niente i disperati tentativi di rianimarlo sul posto dagli operatori dell’automedica di Gavardo, in loco anche un’ambulanza dei Volontari del Garda: i rilievi sono stati affidati agli agenti della Polizia Locale della Valsabbia.


La salma di Giulio Scalfi riposa alla Domus Aurora di Gavardo: le visite sono consentite ancora per tutto venerdì fino alle 20, nel rispetto delle normative anti-Covid. A piangerne la tragica scomparsa, la compagna, mamma Emilia e papà Carlo, la sorella Elena con Andrea, le zie Mariadele e Franca con Riccardo. “Riposa in pace Giulio, eri un ragazzo buono, dolce e gentile”, scrive Irene. “Sentite condoglianze alla famiglia – il commento di Roberto Campagnola, assessore a Sirmione – Ricordo con grande affetto il sorriso che Giulio portava sempre”.

Pubblicato il alle ore 10:52 Ultima modifica il alle ore 10:52