“Lo abbiamo trovato, è lui”. Giacomo Sartori, tramontano le ultime speranze: il corpo trovato nel bosco

Finite le speranze di ritrovare Giacomo Sartori vivo. Il ragazzo di 29 anni scomparso da Milano venerdì scorso è stato trovato cadavere. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, Sartori è stato ritrovato impiccato ad un albero a poca distanza da dove mercoledì era stata ritrovata la sua Volkswagen Polo grigia. Una storia in cui non mancano le zone d’ombra. Giacomo Sartori, originario di Mel (Belluno), che viveva in zona Solari e lavorava nel capoluogo lombardo, aveva fatto perdere le sue tracce dopo aver passato la serata in compagnia di amici.


Era in un bar di viale Vittorio Veneto, in zona Porta Venezia, dove gli era stato rubato lo zaino. Al suo interno c’erano i documenti e il pc del lavoro, un dettaglio che potrebbe averlo turbato e che non era sfuggito agli inquirenti che indagano sul suo allontanamento. Ma non era finita qua: sabato mattina non si sarebbe presentato agli appuntamenti fissati e lunedì l’azienda di software di Assago per cui lavora.

Giacomo Sartori

Giacomo Sartori, una settimana fa la scomparsa

L’azienda poi avrebbe contattato la famiglia, già in cerca di notizie del giovane. Da Milano la ricostruzione di quanto accaduto al Bar con il furto dello zainetto blu, lo aveva raccontato il titolare del Pub Aron Brussolo. “Giacomo Sartori ci ha chiesto subito se avevamo visto il suo zaino ed era molto preoccupato, ma se lo aveva lasciato a terra vicino al tavolo è molto probabile che lo abbiano rubato. Ci ha parlato del pc aziendale, poi è andato via con i suoi amici e ho scoperto solo lunedì che era scomparso”.


Giacomo Sartori


Negli scorsi giorni, quasi a ridosso della scomparsa, l’automobile di Giacomo Sartori era stata trovata a Casorate Primo, nel Pavese. All’interno i carabinieri avevano trovato solo la ricevuta del mancato pagamento dell’autostrada da Milano a Binasco. Da lì si erano mosse le operazioni. Gli investigatori avevano svolto un sopralluogo nella stabile dopo aver ritrovato la vettura regolarmente chiusa e senza segni di danneggiamento.

Giacomo Sartori

Una pista che aveva portato a pensare che Giacomo Sartori si fosse allontano a piedi, percorrendo una breve distanza. Al momento il medico legale sta effettuando i primi accertamenti per determinare le cause della morte: secondo quanto appreso da fonti investigative, non si può escludere alcuna pista, anche se la più accreditata sembra quella del suicidio.

Pubblicato il alle ore 12:40 Ultima modifica il alle ore 13:43