Incidente sul lavoro, travolto da un camion in manovra Luca è morto sul colpo. Aveva 30 anni

Un momento forse di distrazione. Di sicuro una terribile fatalità che è costata la vita al 30enne Luca Sedile, operaio di 30 anni appena originario di Collepasso, piccolo comune del Salento nei pressi di Galatina. La notizia si è immediatamente diffusa in tutto il paese e un fiume di messaggi si sono riversati in rete. Dolore, incredulità, lacrime per una vita spezzata troppo presto.

“RIP AMICO MIO, mi mancheranno le chiavi della macchina chiuse nella macchina di Valeriano fuori dalla discoteca, e mettersi in macchina mia alle 3 di notte e fare 100 km per andare a prendere le chiavi di riserva a casa/… mi mancherai Luca meu..”. E ancora: “Che tu possa avere, sempre, il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle! RIP amico mio”. “Le serate passate insieme difficile dimenticarle… e le ricrezioni a scuola? (Quelle poche volte che si entrava) Rimarrai incastonato nel mio cuore amico mio.. Ti mando un grosso abbraccio e spero che tu lo possa ricevere… Ciao Lù …”. Continua dopo la foto


Il dramma ieri mattina in una villetta di Collepasso dove , erano in corso i lavori di realizzazione di una piscina. A quanto si apprende dai media locali in quel momento il giovane e un collega erano impegnati nei lavori di realizzazione dello spiazzo antistante la piscina: trasportavano terra che poi progressivamente veniva sistemata attorno all’area,  già pronta, della piscina. Continua dopo la foto

Attorno alle 11, scrive il quotidiano di Puglia, la tragedia. Secondo una prima parziale ricostruzione della dinamica, effettuata dagli ispettori dello Spasal, il giovane sarebbe stato accidentalmente colpito dal camion in manovra. Immediati sono scattati i soccorsi ma l’urto è stato talmente forte da non lasciargli scampo. Il 30enne infatti è probabilmente morto sul colpo. Sul posto, insieme ai carabinieri della stazione di Galatina, anche le ambulanze del 118 che hanno portato il collega di Luca Sedile, l’uomo alla guida del camion, in ospedale in stato di  choc. Continua dopo la foto



{loadposition intext}
Sarà lui a confermare, non appena sarà in grado di farlo, la dinamica della tragedia. Poco dopo il cantiere è stato isolato. Sul posto anche i pubblici ministeri Maria Vallefuoco ed Elsa Valeria Mignone e il medico legale della Procura, Alberto Tortorella, che nei prossimi giorni effettuerà sul corpo l’autopsia per chiarire definitivamente le cause del decesso. Solo dopo l’esame autoptico sarà fissata la data dei funerali di Luca Sedile.

Ti potrebbe interessare: Gravissimo incidente sul lavoro: operai feriti sotto un vagone. Amputati un piede e parte di un braccio

Pubblicato il alle ore 10:32 Ultima modifica il alle ore 10:42