Gaia Volpes Morta Incidente Stradale Mantova

Addio a Gaia, morta a 27 anni. L’ultimo grande gesto prima di morire

Una tragedia inimmaginabile si è portata via per sempre la giovane Gaia, che aveva solamente 27 anni. Un incidente stradale ha distrutto la vita della ragazza, che stava compiendo un gesto meraviglioso proprio mentre ha trovato la morte sul suo cammino. Lo schianto è stato troppo violento e la 27enne è deceduta, mentre si trovava a bordo di un furgone. Sempre al servizio degli altri, si stava rendendo protagonista, come era solita fare, di un aiuto fondamentale nei confronti di un’anziana.

Insieme a lei c’erano altre persone, tra cui una paziente che aveva appena finito la dialisi. Quest’ultima, di 71 anni, non ha riportato alcuna ferita ed è dunque rimasta praticamente illesa. Traumi al torace e al collo per un’operatrice sanitaria e ferite ad un braccio per un uomo che aveva appena terminato una visita medica. Entrambi però non sarebbero in pericolo di vita. Invece non c’è stato alcuno scampo per la sfortunata Gaia, deceduta per supportare il prossimo. Distrutta un’intera comunità.

Gaia Volpes Morta Mantova Incidente Stradale

Gaia Volpes era un’operatrice dell’associazione ‘Amica Emergenza’ e il furgone su cui era a bordo ha perso immediatamente il controllo ed è finito in un fosso. Ha strisciato per decine di metri sulla carreggiata e ha poi finito la sua corsa scontrandosi contro un albero. Nell’impatto Gaia Volpes è praticamente deceduta sul colpo, mentre gli altri occupanti del mezzo sono riusciti a cavarsela con ferite meno serie. Il sinistro si è verificato venerdì 5 novembre in provincia di Mantova, a Bagnolo San Vito. Si sono formate code sulla strada dopo l’incidente.


Gaia Volpes Morta Mantova Incidente Stradale

I feriti sono stati trasportati all’ospedale ‘Carlo Poma’ della città di Mantova e sono stati presi in cura dai medici. Gaia Volpes prestava dunque servizio nell’associazione che si occupava di trasporti sanitari secondari, ovvero accompagnava a casa insieme ai colleghi pazienti che non potevano raggiungere da soli le loro case dopo le dimissioni dall’ospedale o dopo aver effettuato una visita medica. A guidare il mezzo era l’altra operatrice sanitaria, che non è riuscita a controllare il furgone per cause in corso di accertamento.

Il fratello di Gaia Volpes ha salutato così la giovane: “Aveva un carattere splendido ed era molto riservata. Lei è morta per un incidente banalissimo”. Sul posto sono arrivati numerose ambulanze, un elicottero e i carabinieri. L’elicottero però non ha potuto fare nulla ed è ritornato vuoto, visto che la 27enne era già morta. Un dolore straziante per parenti, amici e tutti coloro che la apprezzavano per i suoi gesti straordinari.

Pubblicato il alle ore 12:59 Ultima modifica il alle ore 13:00