Questo sito contribuisce alla audience di

“È Gabriella”. Cinque mesi dopo, epilogo triste sulla 77enne scomparsa. La scoperta dei carabinieri

Di Gabriella Turchi si erano perse le tracce lo scorso 4 agosto. Come spesso faceva, era uscita di casa per una passeggiata e si era fermata in un bar del centro di Forlì a fare colazione. Da quel momento di lei non si sono avute più notizie: scomparsa nel nulla. Non era rincasata per pranzo e il suo cellulare era rotto da qualche giorno. Sono stati i suoi familiari a denunciare la sua scomparsa e rivolgendosi poi anche a “Chi l’ha visto?”, ma per la donna non era mai arrivata nessuna segnalazione.

Ora a distanza di cinque mesi è arrivata la svolta nel caso: il corpo senza vita di Gabriella Turchi è stato rivenuto in una zona impervia nell’hinterland di Forlì. La tragica scoperta è avvenuta nella prima mattinata di domenica 2 gennaio quando un passante ha scorto i resti di un cadavere in località San Martino in Villafranca, poco a nord di Forlì, e ha allertato le forze dell’ordine. I carabinieri ci hanno messo poco a identificare la donna di 77 anni scomparsa lo scorso agosto.

gabriella turchi scomparsa agosto ritrovata morta forlì

Infatti insieme al cadavere rinvenuto in avanzato stato di decomposizione c’era ancora la borsa che la donna aveva con sé al momento della sparizione con dentro i suoi documenti. Inoltre indossava gli stessi abiti indicati al momento della scomparsa. Il corpo di Gabriella Turchi giaceva sull’argine del fiume Montone dove nessuno lo aveva mai notato, probabilmente a causa della folta vegetazione e la zona impervia. È stato fondamentale il fiuto dei cani da caccia che nel pomeriggio di domenica 2 gennaio hanno trascinato il padrone sul posto durante una passeggiata.


gabriella turchi scomparsa agosto ritrovata morta forlì

Ora la salma recuperata dai Vigili del fuoco è a disposizione della magistratura che probabilmente nelle prossime ore darà incarico al medico legale per l’autopsia. Solo l’esame post mortem, infatti, potrà dare qualche certezza sulla scomparsa a il decesso della pensionata, almeno accertando l’esatta causa di morte. Resta da accertare come abbia fatto la donna ad arrivare lì dal centro di Forlì dove risiedeva con la figlia.

carabinieri
vigili del fuoco

Del caso di Gabriella Turchi si era anche occupato il programma Chi l’ha visto lo scorso 10 settembre, ricordando che la donna si era allontanata volontariamente da casa, non aveva con sè il telefono e indossava una maglietta bianca con un orsacchiotto blu, pantaloni verdi, sandali e una borsa gialla. Quest’ultima – con al suo interno la tessera sanitaria – è stata rinvenuta accanto al corpo. Anche i vestiti coincidono con la descrizione. Il 14 ottobre Rai 3 aveva nuovamente raccolto l’appello della figlia Patrizia, mostrando alcune immagini degli ultimi istanti della donna, tratti da telecamere.

Pubblicato il alle ore 17:52 Ultima modifica il alle ore 17:52