Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Furti in casa a Natale, come difendersi? I consigli dalla ex ladra: “Cosa non dovete mai fare”

  • Italia
ladri casa consigli come difendersi

Come difendersi dai ladri, i consigli dell’ex ladra. Nel periodo natalizio in tanti lasciano la propria abitazione per raggiungere i propri cari o magari semplicemente per uscire a fare shopping. E naturalmente questo rappresenta il momento migliore per i ladri che possono agire praticamente indisturbati. Ci sono delle accortezze da mettere in pratica per evitare brutte sorprese. In questo senso la tecnologia fornisce un valido supporto.

Si possono usare cartelli dissuasori, sirene, telecamere di sorveglianza, ma anche la presenza di pattuglie di quartiere sono forti deterrenti per l’attività criminale. Tuttavia in molti casi i ladri riescono a bypassare i numerosi sistemi di sicurezza. A dare preziosi consigli su come difendersi dai rapinatori ci ha pensato l’ex ladra ‘professionista’ Jennifer Gomez in un’intervista al New York Post ripresa dal Messaggero. Nella sua ‘carriera’ ha svagliato qualcosa come una settantina di case, arrivando a rubare oggetti e valori per oltre un milione di dollari.

Leggi anche: “Un piano studiato nei dettagli”. Furto a casa di Tiziano Ferro, ladri inseguiti dalla polizia

ladri casa consigli come difendersi


Come difendersi dai ladri, i consigli dell’ex ladra Jennifer Gomez

Jennifer Gomez ha spiegato, ad esempio, che tenere una piccola cassaforte in casa è praticamente inutile e rappresenta “un falso senso di sicurezza”. Molto spesso, infatti, le cassaforti casalinghe sono di piccole dimensioni, “perciò i ladri possono letteralmente prenderle in mano e fuggire senza dilungarsi ulteriormente, aprendola con calma più tardi, una volta fuori di casa. Io, ad esempio avevo un ragazzo che era anche un truffatore e sapeva come scassinare le cassaforti. Lo pagavo ed era fatta”.

ladri casa consigli come difendersi

Jennifer Gomez ha poi spiegato che dal momento che i ladri devono agire in pochi minuti spesso non possono controllare in tutti gli angoli della casa. Lei, ad esempio, andava subito nelle camere da letto principali, per poi passare ad aree come studi e uffici. In queste stanze, gli effetti personali più importanti erano quasi sempre conservati insieme: “Conosco molti proprietari di case che tengono i soldi per un’emergenza in casa. Sono sempre lì con passaporti, certificati di nascita e tessere di previdenza sociale. Sembra che non lo nascondano mai”.

Gomez ha spiegato poi che non far scattare i sistemi di allarme, piuttosto che aprire una finestra la mandava in frantumi per scavalcarlaa. Ecco quindi che per mettere in fuga i ladri sono molto utili i sensori di rottura vetri. Anche le videocamere del citofono rappresentano un deterrente antifurto efficace. Infine bisognerebbe evitare di lasciare le persiane aperte per mostrare a chi passa la decorazioni natalizie: in questo modo i malintenzionati possono farsi un’idea della struttura della casa e sapere quando non c’è nessuno dentro.

“Basta, deve farlo”. A Chi l’ha visto i messaggi choc di Filippo Turetta, mostrata la chat con sorella di Giulia


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004