Incidente choc: abbatte una casa con il furgoncino delle consegne del pane

Un incidente impressionante: un impatto violento ha coinvolto un furgone a Fratta Polesine (Rovigo). Intorno alle 13 di venerdì 12 febbraio un furgone ha sbandato all’improvviso ed è uscito di strada andando a battere contro l’angolo di una casa disabitata e utilizzata come deposito di attrezzi e materiali agricoli. Il muro è crollato ricoprendo di calcinacci e mattoni il mezzo.

Il furgone è un Volkswagen Caddy e appartiene a un noto panificio della zona, Panificio Bacchin, gestito dalla famiglia Davì. Stava rientrando da un giro di consegne e stava percorrendo via Granze, la strada stretta e piene di curve, che unisce Fratta a Costa. L’impatto è stato violento probabilmente dovuto a una sbandata che ha fatto uscire di strada il furgone e lo ha mandato a sbattere contro l’angolo della casa, come si vede dalle foto di Rovigoindiretta.it. (Continua dopo la foto)


Il furgone ha colpito lo spigolo dell’edificio e ha provocato il crollo di una parete di due piani ed ha aperto uno squarcio nella casa diroccata. Sono giunti sul posto i vigili del fuoco e gli operatori del Suem che si sono occupati di trasportare il ferito al pronto soccorso ed i secondi che hanno messo in sicurezza l’area utilizzando un’autogrù per spostare l’auto. Anche gli operai della rete del gas sono arrivati sul luogo dell’incidente poiché si era danneggiata una tubazione. (Continua dopo la foto)

Nonostante l’urto violento e il peso dei mattoni e dei calcinacci, l’abitacolo del furgoncino non si è accartocciato e questo sembra essere stato provvidenziale. Dopo il crollo è necessaria una valutazione sulla stabilità della restante parte della struttura, a cura proprio dei vigili del fuoco. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Un altro incidente si era verificato poche ore prima, verso le 8.30, sulla Regionale 88, fra Lendinara e Badia. In questo caso ad essere coinvolta è stata una Toyota Yaris che è uscita di strada cappottandosi, più di un metro al di sotto del piano stradale, fortunatamente in un punto dove non c’erano platani, ma arbusti che hanno fermato la carambola dell’auto in modo ben più dolce. Anche in questo caso è stato necessario l’intervento del Suem ma senza che vi fossero feriti particolarmente gravi.

Maxi tamponamento a catena, oltre 100 veicoli coinvolti: morti, feriti gravi e automobilisti intrappolati

Pubblicato il alle ore 10:56 Ultima modifica il alle ore 10:59