Disastro funivia: a 5 anni ha perso genitori, fratelli e nonni. Il piccolo in coma dopo l’incidente

Tragedia della funivia di Stresa sul Mottarone, ancora gravi le condizioni del piccolo Eithan. La prognosi per il bambino di 5 anni resta riservata presso l’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Dopo essere stato sottoposto a un delicato intervento, Eithan resta intubato e sedato. E su quella funivia, perdono la vita padre, madre, nonni e anche il piccolo fratellino di soli 2 anni.

Eithan Biran è l’unico sopravvissuto della sua famiglia alla strage della funivia di Stresa sul Mottarone. La famiglia del piccolo, di origini israeliane, viveva a Pavia: “Non sapevamo dove si trovasse, abbiamo capito che si trattava di lui quando abbiamo visto che non era nell’elenco delle vittime”, queste le parole di Aya Biran, la zia del bimbo e sorella del padre del piccolo.


Lotta ancora tra la vita e la morte il piccolo Eithan. E trasportato d’urgenza nello stesso ospedale anche un altro bambino, Mattia Zorloni, coetaneo di Eithan, il cui destino è stato però avverso. Il piccolo Mattia non ce l’ha fatta, così come i genitori. Un impatto troppo violento e repentino che non ha dato modo a nessuno di capacitarsi della tragedia che si sarebbe di lì a poco rivelata.

Atterrati entrambi a terra dopo lo sbalzo fuori dalla funivia e prontamente salvati dal soccorso alpino, sopraggiunto quando ancora respiravano. Condizioni decisamente più gravi quelle di Mattia, che insieme al piccolo Eithan, è stato così trasportato d’urgenza in eliambulanze partite da Alessandria e Borgo Sesia. Nello stesso ospedale e a distanza di venti minuti l’uno dall’altro: “pazienti sconosciuti” perché nessun documento riusciva ad accertarne l’identità.

Resta dunque intubato e sedato, dopo l’intervento delicatissimo a cui è stato sottoposto. Sotto costante controllo dei medici, Eithan lotta ancora tra la vita e la morte. Mentre il cuore di Mattia ha smesso di battere a causa dei gravissimi traumi riportati al cranio e al torace, oltre a una doppia frattura alle gambe.

“È successo prima dello schianto”. Funivia di Mottarone, il racconto dei testimoni oculari: “Tutto in 10 secondi”