Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
funerali rissa orologio eredità

“Finito all’ospedale”. Funerale con maxi-rissa: calci e pugni all’uscita della bara per un motivo choc

  • Italia

Funerale con maxi-rissa per un orologio in eredità. Giovedì 17 novembre a partire dalle ore 11 a Macerata si è celebrato il funerale di un parrucchiere di 55 anni. Nessuno poteva immaginare che un momento così solenne e triste potesse fare da cornice ad un litigio che ha coinvolto diverse persone. Tutto colpa di un orologio, evidentemente prezioso, che il defunto ha lasciato in eredità. Come racconta “Cronache Maceratesi” dopo la funzione religiosa, all’uscita della bara, è scoppiata la lite tra due parenti.

Ovviamente i presenti sono rimasti scioccati visto che i due hanno alzato la voce e catturato l’attenzione di tutti. Il peggio, però, deve ancora venire. La situazione, infatti, è degenerata quando i due parenti del defunto si sono accorti che una terza persona stava riprendendo il loro alterco con un cellulare. A quel punto dal litigio si è passati direttamente alla rissa.

Leggi anche: “Non dovevi”. Belen Rodriguez, escono quelle foto e scoppia il polverone. Fan contro di lei

funerali rissa orologio eredità


Riprende la lite al funerale col cellulare: preso a calci e pugni

Un altro parente del defunto ha voluto riprendere col cellulare il litigio tra i due familiari avvenuto subito dopo il funerale celebrato nella chiesa di Santa Croce. Ebbene, secondo la ricostruzione dei carabinieri, i due si sono avvicinati all’uomo e l’hanno aggredito a calci e pugni. Anche altri congiunti sono stati coinvolti nella rissa. Sono stati dei passanti a chiamare le forze dell’ordine che una volta giunte hanno sedato la rissa e riportato la calma.

funerali rissa orologio eredità

Quando sono giunti sul posto i carabinieri della compagnia di Macerata hanno riportato l’ordine e assicurato la vittima dell’aggressione alle cure degli operatori sanitari del 118. L’uomo, fratello di uno dei due litiganti, ha riportato diverse escoriazioni ed ecchimosi. Per questo si è reso necessario il suo trasferimento presso il pronto soccorso dell’ospedale di Macerata.

A quanto pare i militari hanno identificato diverse persone coinvolte nella colluttazione. Tuttavia non risulta che siano state deposte denunce in Procura relativamente all’accaduto. Il 41enne vittima del pestaggio sarà ascoltato dagli inquirenti.

“Chi è il papà di Saman”. Arrestato in Pakistan, la prima foto del padre della ragazza scomparsa da Novellara


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004