Lutto nello spettacolo, l’addio a soli 40 anni. Tutti piangono la sua bravura e l’impegno per gli altri

Era un coreografo, un ballerino, un insegnante di danza, nella sua città lo conoscevano tutti non solo per la sua bravura e per la sua professione, ma anche per l’impegno sui diritti civili. A scoprirlo quando aveva solo 17 anni è stato Mauro Astolfi della Spellbound Dance Company. E per oltre 10 anni ha danzato presso i più prestigiosi teatri italiani.

Arezzo piange la scomparsa di Francesco Neri, 40 anni (foto tratta da Facebook e Arezzo Notizie): la notizia si è diffusa nelle ultime ore. “Apprendiamo con sgomento e tanta tristezza della prematura scomparsa di Francesco Neri, per anni uno dei nostri attivisti e coreografo del Whynot – ha scritto sulla sua pagina Facebook Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo – Ci uniamo al dolore di amici e parenti, ma soprattutto di suo marito Francesco”. (Continua dopo la foto)


Di Whynot e delle iniziative collegate Francesco era stato un fautore fin dall’inizio, contribuendo ad organizzare gli eventi ed occupandosi della parte artistica e coreografica delle iniziative. Neri era molto attivo sul fronte dei diritti. Infatti il suo nome e quello di suo marito sono stati iscritti per primi nel registro delle unioni civili del Comune di Arezzo. “È giusto far sapere a che ci hanno chiamato dal Comune di Arezzo. Stiamo andando a ritirare il nostro certificato di trascrizione. A dopo…”, scrivevano su Facebook. (Continua dopo la foto)

La storia di Francesco Neri e di suo marito (anche lui si chiama Francesco) fece da apripista per la città di Arezzo. Fu un momento molto importante che segnò un’epoca. Da quel momento altri comuni dell’aretino ci furono altre unioni civili, diceva Veronica Vasarri, presidente dell’Arcigay Arezzo: “A Corotona c’è già stata una richiesta per una unione da celebrare entro settembre, e Civitella per dicembre”. “E noi ci stiamo preparando – commenta il sindaco di Civitella Ginetta Menchetti – per essere pronti in caso arrivino richieste formali: gli uffici sono già al lavoro”. (Continua dopo la foto)

I funerali di Francesco Neri si terranno il 6 maggio alle 16 nella Cattedrale di Arezzo. Il coreografo era direttore della scuola di danza Etoile di Monte San Savino. Qualche anno fa aveva ricevuto dalle mani di Carla Fracci la borsa di studio per l’accademia di danza Vaganova di San Pietroburgo. È stato l’unico insegnante in Italia ad aver ricevuto un premio tanto prestigioso dalla Fracci.

“Scoperto sul luogo dell’incidente”. Luana D’Orazio, gli accertamenti dopo la morte della 22enne