Frana sotto il cimitero, 200 bare in mare. Vigili del fuoco e sommozzatori sul posto

Un episodio incredibile, quasi senza precedenti, è accaduto nella città italiana. Nelle scorse ore è crollata una porzione del cimitero, che è localizzato sulla linea di costa, a cinquanta metri sul livello del mare. A causa di questo disastro, provocato da una frana, circa duecento bare sono finite in acqua. Una situazione pazzesca, che ha sconvolto tutti. Le immagini ufficiali sono state scattate dai vigili del fuoco, i quali hanno dunque immortalato il tutto. Foto che lasciano davvero senza parole.

Secondo quanto finora circolato, la frana avrebbe anche distrutto del tutto e fatto cadere in mare due cappelle, che contenevano le salme dei defunti. Presumibilmente a causare tutto questo sarebbero state le forti mareggiate, registratesi in zona nei giorni scorsi. Il crollo è stato dunque susseguente all’erosione della falesia che si trova proprio sotto il camposanto. In queste ore è intervenuto anche un esponente politico del comune italiano, che ha parlato all’Ansa. (Continua dopo la foto)


Ad essere stato colpito il comune di Camogli, in provincia di Genova. In effetti la Liguria è stata travolta duramente da queste mareggiate, ma mai nessuno si sarebbe aspettato uno scenario simile, con duecento bare finite a mare. L’assessore ai Lavori Pubblici del paese genovese, Tino Revello, ha dichiarato: “La zona era sotto osservazione da tempo ed erano in corso lavori per il consolidamento della falesia rocciosa sotto il cimitero. L’area era anche stata transennata perché si erano uditi strani scricchiolii”. (Continua dopo la foto)

Sul posto si sono recati immediatamente i sommozzatori dei vigili del fuoco, le imbarcazioni appartenenti alla Guardia Costiera e ai pompieri ed un elicottero sempre dei vigili del fuoco. Stanno adesso facendo di tutto per riuscire a prelevare diverse bare per portarle a terra, al porto di Camogli. Stando però ad alcune indiscrezioni, alcune sarebbero rimaste incastrate negli scogli, dunque sarà un compito arduo poterle recuperare. Nelle prossime ore la situazione sarà sicuramente più chiara. (Continua dopo la foto)

Sempre Genova era invece stata colpita da un altro dramma, di diversa natura, soltanto alcuni giorni fa. È stato rintracciato e fermato mentre tentava di togliersi la vita R.S., 59 anni, l’ex compagno di Clara Ceccarelli, la negoziante 70enne di via Colombo uccisa ieri sera all’interno del suo esercizio commerciale nel pieno centro di Genova. L’uomo, trovato ieri in stato confusionale poco distante dall’ospedale Galliera.

Una lite in casa, 29enne uccide il padre 56enne a martellate. Inutili i soccorsi