Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Finta Benefattrice Arrestata Carabinieri Monza e Brianza

“Un’offerta per aiutare i bimbi”. 47enne chiede soldi ad anziani, poi il gesto choc e ora l’arresto

  • Italia

Una bruttissima storia è stata scoperta dai carabinieri. Una donna faceva finta di essere una benefattrice a Vimercate, in provincia di Monza e Brianza, ma la sua tecnica è stata bloccata dai militari. Purtroppo però in tanti sono caduti tra le sue grinfie e sono rimasti vittime di un modus operandi inquietante. A riferire tutti i dettagli è stato il sito Prima Monza, che ha innanzitutto informato del fatto che la truffatrice è stata arrestata e ha dunque finito la sua attività illecita.

Secondo quanto è stato fin qui appreso, la finta benefattrice contattata le persone sui social, ma anche all’interno di un cinema, e chiedeva di avere dei soldi che sarebbero stati utilizzati per aiutare i bambini. Ma nel momento in cui le vittime accettavano di fare queste donazioni, le narcotizzava per poi rapinarle. Sono stati gli anziani, soprattutto di sesso maschile, coloro che hanno subito maggiormente questo operato della donna, la quale li portava poi nella sua abitazione. E i carabinieri l’hanno arrestata e ora consegnata alla giustizia. (Leggi anche “Signora, non è possibile”. La scoperta choc in vacanza al mare: finisce malissimo)

Finta Benefattrice Arrestata Carabinieri Monza Brianza


Finta benefattrice arrestata dai carabinieri a Monza e Brianza

La finta benefattrice arrestata dai carabinieri in provincia di Monza e Brianza pare che utilizzasse del benzodiazepine per narcotizzare gli anziani, che hanno anche rischiato di morire visto che si tratta di un farmaco molto forte. Secondo quanto riportato da Prima Monza, sembra che li desse del tè o comunque altre bevande prima di rapinarli. Lei è un’italiana e otteneva delle prescrizioni mediche false. Quando le vittime erano narcotizzate, iniziava a rubare soldi e gioielli.

Finta Benefattrice Arrestata Carabinieri Monza Brianza

Non ingannava solamente persone in età avanzata, in alcuni casi ha presumibilmente sedotto e incastrato un giovane di 27 anni e un uomo di 47. Ma il furto più corposo è avvenuto ai danni di un anziano di 71 anni. Dopo averlo narcotizzato, erano andati in un centro commerciale e la rapinatrice, che ha 47 anni, aveva usato la carta di credito della vittima per comprare 4mila euro di monili in oro e abbigliamenti per 100 euro. In totale, i militari hanno trovato come refurtiva 10 pennini in oro, 2 bracciali d’oro, 2 flaconi di delorazepam, 1 flacone di seditivax e 2mila euro.

La truffatrice è reclusa nel carcere di San Vittore. Questi i reati di cui è accusata: “Rapina aggravata dal fatto di porre le vittime in stato d’incapacità di agire di aver commesso il fatto in abitazione privata e nei confronti di persona ultrasessantacinquenne; lesione personale aggravata dai futili motivi consistenti nell’alterazione psicofisica da intossicazione da Benzodiazepina; circonvenzione di persone incapaci continuata detenzione illecita di sostanza stupefacente o psicotrope continuata; indebito utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento diversi dai contanti.

“Devo denunciare”. Benedetta Rossi fuori di sé dopo la scoperta: “Dovete aiutarmi”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004