Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“L’ho uccisa, venite”. Si accanisce sulla moglie e chiama i carabinieri: cosa è successo prima

  • Italia

Sono sempre più macabri i dettagli del femminicidio avvenuto a San Biagio, Genova. Un uomo ha ucciso la moglie con una corda stretta al collo, l’ha strangolata con la forza delle sue braccia, nel capanno di legno di fronte a casa. Poi ha chiamato i carabinieri e ha confessato: “Venitemi a prendere”, ha detto Sebastiano Cannella, 58 anni, escavatorista. La moglie si chiamava Marzia Bettino. Appena compiuto il femminicidio, dopo la drammatica telefonata ai militari mentre il killer vagava per la Valpolcevera nella villetta si sono precipitati i due figli.

“Non doveva ucciderla, piuttosto poteva spaccare il muro, tirare giù la casa”, è stato il grido di dolore di uno dei due, Andrea, 30 anni, prima che dalla stretta strada asfaltata arrivassero parenti, amici, giornalisti. Infatti al momento della tragedia i figli non erano in casa: si trovavano al rosario in memoria della nonna paterna, morta tre giorni fa dopo una lunga malattia.

femminicidio genova strangola moglie e confessa sebastiano cannella


Femminicidio Genova, uccide la moglie strangolandola

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo da settimane era in lite con sua moglie, ma la sfuriata fatale sarebbe nata a poche ore dal funerale della mamma del presunto omicida, morta martedì scorso. Questa l’ipotesi iniziale, anche se l’uomo, interrogato dal pm con l’accusa di omicidio volontario aggravato, si è avvalso della facoltà di non rispondere e non ha rivelato i motivi del suo gesto folle.

femminicidio genova strangola moglie e confessa

Il femminicidio di San Biagio, si sarebbe potuto evitare? Si tratta di una domanda che ricorre di frequente in questi giorni dal momento che sarebbe emerso che venti giorni fa i carabinieri fecero un intervento nella villetta di Cannella e chiesero un provvedimento urgente, chiedendo alla procura di intervenire, probabilmente intuendo il potenziale pericolo dell’uomo per la consorte. Possibile che tra i motivi del litigio ci sia l’ipotesi della separazione e di lasciare la casa di famiglia dove vivevano anche i due figli Andrea e Alessandro, che tra qualche mese avrebbero reso nonni i loro genitori (Foto Ilsecoloxix).

femminicidio genova strangola moglie e confessa
femminicidio genova strangola moglie marzia bettino e confessa

Tutti i conoscenti sono increduli, ma sapevano della separazione in corso. Sebastiano Cannella, che secondo le prime testimonianze era molto geloso e ossessivo nei confronti della moglie casalinga, temeva di perdere tutto. “Non ce la facevo più”, ha detto quando i militari lo hanno fermato. Ci sono state tante liti, negli ultimi mesi. Pure una denuncia dell’uomo, per minacce, nei confronti della donna: secondo il racconto di lui, lei gli avrebbe puntato contro un coltello. Ancora un intervento di una pattuglia di Bolzaneto per una lite, qualche settimana fa.

“Coltellate al collo e alla schiena”. Valentina trovata morta a casa sua, aveva 32 anni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004