Femminicidio Arese Milano Marito Uccide Moglie Coltellate

Dramma in casa: marito uccide a coltellate la moglie 48enne e si barrica in bagno. Arrestato dai carabinieri

Tragedia in Italia nella mattinata di sabato 19 giugno. Un ennesimo femminicidio si è consumato alle prime ore della giornata e quindi la vittima è stata ancora una volta una donna. Per la signora, che aveva 48 anni, non c’è stato niente da fare dopo essere stata colpita con violenza da alcune coltellate. L’episodio sarebbe avvenuto al culmine di un furibondo litigio tra la 48enne e il marito di 41 anni. L’assassinio ad opera del coniuge è avvenuto precisamente all’interno della loro abitazione.

Subito dopo aver ammazzato la moglie, il 41enne si è barricato nel suo bagno di casa, presumibilmente per evitare di essere raggiunto dalle forze dell’ordine. I carabinieri, nel frattempo intervenuti sul posto, lo hanno però tratto in arresto. Oltre ai militari, sul luogo del delitto si è recata anche la Sezione Investigazioni scientifiche del Nucleo Investigativo. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe anche stabilita la causa principale che ha portato la donna ad andarsene per sempre.

Omicidio Arese Milano Femminicidio Vittima Messicana 48 anni

A morire è stata una donna originaria del Messico. Il marito assassino è anche lui messicano. Il fatto criminale si è verificato precisamente ad Arese, un comune in provincia di Milano, mentre i carabinieri sono giunti da Rho. A quanto pare, l’autore dell’omicidio avrebbe utilizzato un coltello da cucina e la ferita mortale sarebbe stata inflitta all’arcata sopraccigliare destra della donna. Infatti, sarebbe presente un gravissimo trauma che avrebbe quindi provocato il decesso della povera 48enne.


Femminicidio Milano Vittima 48enne Messicana Marito Arrestato

Arese è dunque sotto choc per una notizia che ha destabilizzato tutti. Secondo quanto ipotizzato, l’omicida avrebbe poi tentato di infliggersi delle ferite agli avambracci e sul lato destro del costato, ma non è grave. Infatti, è stato poi trasferito in ospedale in codice giallo nel nosocomio di Garbagnate Milanese. Insieme a lui e ai medici anche i militari. Il medico legale sta invece effettuando i suoi primi esami sul corpo della vittima per stabilire cosa sia realmente accaduto in questa triste mattinata di sabato.

Oltre al dramma di Arese, a Milano si è verificato anche un altro fatto di sangue nelle scorse ore. Ha ucciso il fratello davanti alla madre al culmine di una lite probabilmente scoppiata per motivi economici. Secondo le prime informazioni, l’omicidio è avvenuto alle 3.30 tra venerdì 18 e sabato 19 giugno a Milano, precisamente nella palazzina d’angolo tra viale Aretusa e via Civitali, in zona San Siro.

Pubblicato il alle ore 12:21 Ultima modifica il alle ore 12:22