Parrucchieri, estetiste, barbieri: riapertura prima del 1 giugno. Ma la novità non è per tutti

Prossimi alla riapertura anche i parrucchieri, i barbieri e i centri estetici. Questo dovrebbe avvenire dal 1 giugno in poi, ma la data potrebbe non essere valida per ogni regione d’Italia. Tutto verrà deciso soprattutto alla luce dell’andamento del contagio e secondo alcune misure di sicurezza ben ponderate. Tra le regioni che stanno prendendo in considerazione l’ipotesi di anticipare i tempi, anche la Regione Lazio.

La notizia non è ancora stata confermata, ma nella Regione Lazio la riapertura di barbieri, parrucchieri e centri estetici potrebbe avviarsi dal 18 marzo. Il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, ha preso parola durante la conferenza stampa, specificando determinate e precise condizioni: “Non credo che regioni come la nostra, con il nostro indice di contagio, dovranno attendere il 1 giugno come da previsione iniziale del governo”. (Continua a leggere dopo la foto).


Leodori aggiunge: “Tra mercoledì e giovedì della prossima settimana capiremo con esattezza quali accelerazioni possiamo fare”, specificando i motivi:  “Il caso dei parrucchieri e dei centri estetici è uno dei più complessi da dovere affrontare”, e questo perché sarà necessario comprendere come favorire un’attività che, per dato di fatto, non rende possibile attenersi al distanziamento sociale propriamente detto. (Continua a leggere dopo la foto).

La commissione regionale Sviluppo Economico ha avuto modo di ascoltare le dichiarazioni del vicepresidente Leodori in vista di un confronto che avverrà a partire dalla prossima settimana, anche alla luce di alcune linee guida proposte dallo stesso Leodori, che riescono a fare comprendere nel dettaglio tutto quello che ogni professionista del settore dovrà scrupolosamente rispettare. (Continua a leggere dopo la foto).

Le linee guida comporteranno: misurazione della temperatura all’inizio del turno per gli operatori, mascherina obbligatoria per clienti e operatori, guanti cambiati per ogni cliente, occhiali e visiera per trattamenti sotto il metro di distanza, cambio divisa ogni turno, igienizzazione frequente di servizi e postazioni per ogni nuovo cliente, materiali monouso, soprattutto nei centri estetici, attività solo su appuntamento, un cliente per volta in area reception.

Coronavirus, funzionano gli anticorpi del vaccino italiano. Quando i test sull’uomo

Pubblicato il alle ore 16:47 Ultima modifica il alle ore 16:51