Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
pordenone farmacia ragazzo positivo

“No, fermo. Che stai facendo?”. Momento assurdo in farmacia: entra, parla e scoppia il panico

  • Italia

Panico in farmacia. La vicenda ha dell’incredibile ed è stata diffusa dal quotidiano Il Gazzettino. Tutto sarebbe avvenuto a Pordenone, e precisamente presso la farmacia Rimondi sita sul Corso, a poca distanza dal municipio. Tutti senza parole e panico generalizzato quando il ragazzo ha varcato la soglia.

Scoppia il panico in farmacia a Pordenone. Un momento assurdo quello avvenuto dopo un periodo decisamente provante come quello della pandemia. Eppure, dopo lockdown e misure restrittive, è accaduto davvero. Un ragazzo privo di mascherina è entrato nella famarcia esordendo con una domanda che ha lasciato tutti senza parole. Panico nel giro di pochi minuti.

Farmacia ragazzo positivo Covid panico Pordenone


Scoppia il panico in farmacia a Pordenone

Il ragazzo privo di mascherina e dopo aver rivelato di essere positivo al Covid esordisce con la domanda: “Cosa devo fare adesso?”. Tutti senza parole fino a quando la farmacista titolare ha replicato: “Lei non può stare qui, deve uscire subito, andare a casa, rimanere in isolamento e chiamare la Asl”. A quel punto il panico tra i clienti.

Farmacia ragazzo positivo Covid panico Pordenone

Molti clienti si danno alla fuga, mentre altri vengono esortati a lasciare la farmacia. Un momento assurdo quello avvenuto a Pordenone: “È incredibile che dopo due anni di pandemia ci sia ancora qualcuno che non sa assolutamente come comportarsi. È evidente che quando ci ha detto di essere positivo ed era anche senza mascherina c’è stato un attimo si smarrimento “.

Farmacia ragazzo positivo Covid panico Pordenone

Il racconto della titolare della farmacia di Pordenone al Gazzettino prosegue: “E capisco pure la paura che possono aver preso i clienti che in quel momento erano all’interno della farmacia”. E ancora: “Ovviamente abbiamo fatto uscire subito fuori tutti e abbiamo arieggiato i locali prima di farli rientrare. Il ragazzo lo abbiamo allontanato immediatamente dicendogli che doveva andare subito a casa e chiamare chi di competenza”.

La prima volta davanti a una situazione simile? Non pare: “È successo già altre volte in passato che si siano presentate persone positive chiedendo come dovevano comportarsi e credo che fatti del genere siano accaduti anche in altre farmacie della città e della provincia”.

“Ma è lei, ritrovata dopo 40 anni”. Morti i genitori, era scomparsa: oggi, 42enne, scopre tutto


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004