“Fanno a gara per accaparrarsi i morti”. Racconto choc dalle zone del terremoto. Fra tanto dolore e disperazione, quanto vissuto in prima persona da una signora che nel sisma ha perso la sorella, fa rabbrividire

 

“Stanno facendo la gara a chi si accaparra i morti”. Incredibile ad Amatrice. Dove alla disperazione e alla morte, si aggiunge un racconto tremendo Lo riporta Il Tempo. Mariolina, poliziotta in pensione, riporta una storia che pare impossibile stia accadendo davvero. Un incontro casuale con la donna al Palazzo di Giustizia di Rieti, dove è venuta per ottenere dalla Procura il nulla osta alla cremazione di sua sorella, morta sotto le macerie del sisma che ha devastato Amatrice e tanti altri centri fra Lazio, Marche e Umbria. Lei si è riuscita a salvarsi. Ormai da anni abita a Roma. Quello che dice lascia senza parole.

“Ho dovuto chiedere l’intervento dei carabinieri per aiutarmi a sbrigare le pratiche amministrative – spiega l’anziana donna – la ditta di pompe funebri alla quale mi sono affidata non aveva tempo per occuparsi di carte bollate”.


{loadposition intext}

(Continua a leggere dopo la foto) 

“Non lo ha potuto fare – continua la donna – nonostante faccia parte del suo lavoro. Sono occupati ad aggiudicarsi il maggior numero di funerali”. Situazione surreale. “Con le salme ad Amatrice – dice ancora la donna al quotidiano romano – è allo sbando ad Amatrice. Ho assistito a una caso in cui era stata cambiata l’identità di un cadavere, per il riconoscimento sono mostrate foto ai familiari, ma io non mi sono fidata e prima di firmare ho voluto vedere mia sorella.

(Continua a leggere dopo la foto) 

Il corpo era martoriato. L’ho riconosciuta da una fede che aveva al dito”. Anche l’ultimo pietoso rito, quello dei funerali, in una situazione così complicata, diventa un altro problema.

(Continua a leggere dopo la foto) 

Per chi deve fare i conti con la perdita di un caro, un famigliare, anche stretto. Le autorizzazioni a celebrare la cerimonia le rilascia il sostituto procuratore.

Ti potrebbe interessare anche:  Subito dopo la tragedia terremoto, è apparso il commento choc su Amatrice di Daniela Martani. Ovviamente la ex gieffina è stata demolita in rete. Oggi però, dopo una serie di insulti a non finire, è proprio lei a intervenire. Ecco come si è giustificata

Pubblicato il alle ore 08:57 Ultima modifica il alle ore 11:28