Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Fabrizio Cherchi morto a 58 anni, risucchiato dal compattatore

“È stato orribile”. Va a smaltire i rifiuti e muore in un modo choc, soccorsi inutili per Fabrizio

  • Italia

È un 58enne la vittima del incidente avvenuto nell’ecocentro di Portoscuso, nel Sulcis, In Sardegna. Come riporta il quotidiano Casteddu Online, l’uomo stava liberandosi di alcune frasche quando ha perso l’equilibrio e la pressa non gli ha lasciato scampo. La vittima si chiamava Fabrizio Cherchi e aveva 58 anni. I soccorsi del 118, per quanto arrivati dopo pochissimo tempo dalla telefonata, e via cielo con l’elisoccorso, sono stati inutili.

I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 58enne. Fabrizio Cherchi, questo il nome della vittima, lascia la moglie, Lorena Mei, e l’unico figlio, Valentino. In una nota è intervenuto anche il sindaco di Portoscuso Salvatore Atzori: “Una tragedia, per quanto inspiegabile. Fabrizio è scivolato e non c’è stato più nulla da fare, è stato schiacciato”.

Leggi anche: Violentissima grandinata sulla città, chicchi grossi come albicocche e danni

Fabrizio Cherchi morto a 58 anni, risucchiato dal compattatore


Fabrizio Cherchi morto a 58 anni, risucchiato dal compattatore

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Stazione di Portoscuso e dai colleghi della Compagnia di Iglesias, Fabrizio Cherchi, 58 anni, questa mattina si è recato nel deposito in cui si smaltiscono i rifiuti che poi vengono riciclati per disfarsi di materiale erboso accumulato dopo alcuni di lavori di giardinaggio a casa. Fabrizio è uscito dal suo pick-up e ha iniziato a gettare i rifiuti ma poco dopo è caduto al suo interno. Immediato l’intervento degli operai che hanno bloccato il macchinario.

Fabrizio Cherchi morto a 58 anni, risucchiato dal compattatore

Come ricostruisce il quotidiano sardo, Fabrizio Cherchi era molto conosciuto in paese. “Prima che alcuni problemi di salute lo bloccassero, infatti, aveva lavorato nel settore dell’industria e, ancora prima, come pescatore. Ultimamente dava una mano nel volontariato e nel sociale, riuscendo a riempire nuovamente la sua vita insieme all’affetto dei suoi familiari”, si legge ancora.

Lo choc del sindaco di Portoscuso Salvatore Atzori: “Una tragedia, per quanto inspiegabile. Fabrizio Cherchi è scivolato e non c’è stato più nulla da fare, è stato schiacciato. Perdiamo un cittadino che non si mai fermato e ha affrontato tutte le avversità della vita, dando sempre il meglio che poteva dare in ogni settore, anche nell’aiuto verso il prossimo. A nome mio e di tutta l’amministrazione comunale mi stringo attorno alla moglie, al figlio, ai genitori e ai fratelli di Fabrizio Cherchi”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004