Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Esondano i torrenti Re e Cobello

Esondazione, paesi travolti da fango e detriti: danni, cittadini evacuati e feriti

  • Italia

Esondano i torrenti Re e Cobello tra Niardo e Braone, nella Val Camonica, provincia di Brescia nella regione Lombardia. Il forte temporale che si è scatenato nella serata di mercoledì 27 luglio provocato l’esondazione dei due torrenti con acqua, fango e detriti che si sono riversati lungo le strade, rese impraticabili, e circa una cinquantina di persone evacuate dalle proprie abitazioni.

Come riporta Primalavalcamonica.it, la strada statale 42 è rimasta bloccata tutta notte e le operazioni di pulizia dai detriti sono ancora in corso. Tre anziane sono state soccorse dal 118 e trasportate negli ospedali di Esine e Lovere e nei comuni di Niardo e Braone sono stati allestiti due centri di raccolta per i cittadini; gli abitanti di Braone sono stati portati a Ceto, mentre quelli di Niardo a Breno.

Esondano i torrenti Re e Cobello


Esondano i torrenti Re e Cobello tra Niardo e Braone

“I Vigili del Fuoco del Distaccamento di Edolo sono intervenuti alle ore 23:45 con due squadre partenza e supporto con APS e CA 130 per servizio tecnico urgente in comune di NIARDO – scrivono sulla pagina Facebook gli ‘Amici Vigili del Fuoco Volontari Edolo 1890’ -. Il torrente Re e il Cobello esondando dopo un forte temporale, hanno invaso dapprima la statale 42 colpendo delle auto in transito, e poi varie abitazioni civili raggiungendo la ex strada 42”.

Esondano i torrenti Re e Cobello

“Ingenti i danni alle abitazioni civili, alla ferrovia e alle attività commerciali nella zona Crist. Evacuati parte dei comuni di NIARDO e BRAONE. Una stima più precisa dei danni si avrà soltanto stamattina con la luce del sole. Numerose le squadre intervenute, i colleghi di Breno, di Darfo e Darfo volontari, più varie squadre della Centrale di Brescia, di Milano e Sondrio. Varie ambulanze e gruppi di PC. Si contano dei feriti”, conclude il post.

Sui social tantissime foto degli ingenti danni provocati dalle esondazioni dei due torrenti: “Questo è quello che resta di ciò che è successo stanotte. No non è un set cinematografico. La nostra casa, i nostri ricordi, i sacrifici di una vita, il tutto sommerso da più di 2 mt. di acqua, fango e detriti. – si legge in un post di un residente – Neanche queste immagini possono descrivere la paura e il terrore che abbiamo provato. Non ci sono parole. Correva l’anno 1987 quando il 24 agosto i torrenti Re e Cobello strariparono provocando addirittura due vittime. Sono passati trentaquattro anni e la cosa si è ripetuta. Inestimabili i danni. Poteva andare peggio, ma abbiamo perso tanto, troppo. Resta il dolore nel guardare e non poter fare nulla al momento se non sperare che non ricapiti MAI più”.

Violentissima grandinata sulla città, chicchi grandi 10 centimetri: alberi caduti e danni. Soccorsi al lavoro


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004