Trovato morto dalla mamma nel suo letto. Enrico avrebbe compiuto 42 anni a Natale

Avrebbe compiuto 42 anni tra pochi giorni Enrico Bozzetto ma il destino ha deciso diversamente. È morto improvvisamente nella notte ora, a far luce sulle cause, sarà l’autopsia. Sportivo e figlio di Paolo Bozzetto, assicuratore molto noto e soprattutto ex pilota di Formula 2 e Formula 3 negli anni ’70, nonché di rally, Enrico era un amante di tutti gli sport. A trovarlo senza vita è stata la mamma Elena, che era andata a vedere come stava.


Da settimane infatti Enrico Bozzetto diceva di sentirsi stanco. A raccontare cosa successo è il padre in una lunga intervista rilasciata ad un quotidiano locale che qui riportiamo. “Lo abbiamo trovato nella stessa posizione come stesse dormendo, sembrava vivo – spiega il. – È una morte strana per un atleta”. Un atleta forte, Enrico, si era qualificato per una particolare gara dell’estate prossima in Spagna, le “olimpiadi” organizzate da Allianz.

enrico bozzetto


La forza di Enrico Bozzetto era la sua risposta allo sforzo e la resistenza. Merito del suo cuore bradicardico, che lo portava a raggiungere i 36 battiti al minuto. Spesso durante la notte aveva delle sospensioni e il suo cuore si fermava. Per questo Enrico era sotto la costante osservazione di tre cardiologi, che non avevano però rilevato nessuna problematica.


enrico bozzetto


Sempre energico, da qualche mese la vita di Enrico Bozzetto era cambiata. Enrico si era vaccinato a fine settembre e dalla settimana successiva aveva iniziato ad accusare una stanchezza continua, che gli impediva di allenarsi e, ultimamente, di fare qualsiasi attività fisica. “Passava le sue giornate a letto, dimagriva a vista d’occhio – spiega il padre Paolo. – Diceva di non farcela, aveva interrotto gli allenamenti fino a gennaio”.

corsia ospedale


Una morte, quella di Enrico Bozzetto, purtroppo con dei precedenti terribili. Tutti infatti ricorderanno il caso del capitano della Fiorentina Davide Astori, trovato morto nella sua stanza d’albergo alla vigilia della gara con l’Udinese. Una tragedia che il mondo del calcio ancora fatica a metabolizzare e per la quale si cerca ancora un motivo.

Pubblicato il alle ore 09:48 Ultima modifica il alle ore 09:51