“A maggio si riapre”. Covid, l’annuncio del governo: le attività che potranno riprendere

Emergenza sanitaria, alcune riaperture previste per il mese di maggio. Spetterà al Comitato tecnico scientifico prevedere se il piano delle riaperture sarà concretamente possibile e sostenibile. L’ipotesi però esiste e prende in considerazione la stesura di nuovi protocolli anti Covid, con priorità volta alla salute collettiva del Paese e alla campagna di vaccinazione. Nello specifico, ecco cosa potrebbe accadere dal prossimo mese.

Sarà sostenibile il nuovo piano del Governo? Sicuramente non andrà dimenticata la priorità indiscutibile: agire nella massima sicurezza. Primo aspetto vagliato, il coprifuoco. Si ipotizza una posticipazione dalle dieci di sera a mezzanotte. Secondo aspetto preso in considerazione ma ancora oggetto di riflessione nei diversi ambiti governativi, la riapertura di alcune specifiche attività. (Continua a leggere dopo la foto).


L’ipotesi avanzata è che nel mese di maggio i ristoranti potrebbero rimanere aperti fino alle ore serali, ma solo ad alcune condizioni ovvero all’aperto, con un numero contingentato di tavoli e solo previa prenotazione. A tal proposito si è così espresso il ministro della Salute Roberto Speranza: “Dovremo programmare una gradualità di uscita dalle misure più restrittive. Abbiamo bisogno di essere essere prudenti perché fare un passo più lungo può riportarci indietro”. (Continua a leggere dopo la foto).

E aggiunge: “La volontà del Governo va nella direzione di verificare settimana per settimana i dati del contagio, e di costruire una modalità che ci consenta di far ripartire una serie di attività, ma senza correre rischi”. Le attività candidate alle prime riaperture sarebbero dunque le fiere e i congressi, seguiti dai ristoranti e dai bar. Poi palestre, piscine, teatri e cinema. (Continua a leggere dopo le foto).

Per Draghi la condizione imprescindibile affinché tutto questo possa accadere è la tutela della salute collettiva. Dunque riaprire solo se la curva epidemiologica e la campagna vaccinale lo consentiranno, dopo aver ‘scudato’ anziani e fragili. “Obiettivo del documento che presenteremo al governo giovedì – dice all’Adnkronos il neo presidente della conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia- è garantire la massima sicurezza quando ci saranno le riaperture”.

“Presa da 3 uomini”. Allerta massima per Mia: la bimba di 8 anni portata vai dalla casa della nonna