“È morto, non c’è stato niente da fare”. Marco Vannini, un’altra tragedia scuote la famiglia del giovane ucciso a casa della fidanzata. È accaduto tutto in pochi minuti

 

Tragedia sul litorale romano. Un anziano, originario della provincia di Caserta, ha accusato un malore mentre faceva il bagno sulle rive di Marina di Cerveteri, conosciuta anche come Campo di Mare, cinquanta chilometri a nord di Roma. Dopo aver pranzato in compagnia dei familiari, l’uomo classe 1929, già portatore di pacemaker, si era recato in mare per rinfrescarsi dal gran caldo, ma un malessere lo ha stroncato all’improvviso.

”La vittima, Romano Conte, – si legge sul Messaggero – era il nonno di Marco Vannini, il ragazzo morto a Ladispoli a maggio del 2015 dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola esploso dal padre della ex fidanzata”.


(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

All’epoca il pubblico ministero di Civitavecchia, Alessandra D’Amore, decise di iscrivere nel registro degli indagati una intera famiglia, cioè tutte le persone che quella sera si trovavano in casa quando il 20enne era stato raggiunto da un proiettile partito da una calibro nove a canna corta che aveva centrato la spalla destra, attraversando il polmone e raggiungendo il suo cuore.

(Continua a leggere dopo la foto)

Antonio Ciontoli, il papà della fidanzata di Marco, sottufficiale nella Marina militare con un ruolo nei servizi segreti, aveva subito confessato di aver sparato “per errore”. E per questo era stato l’unico ad essere indagato dalla Procura per omicidio volontario. Pochi giorni dopo tutti gli altri componenti della famiglia erano finiti nel registro degli indagati: i figli Federico e Martina (la ragazza di Marco), la moglie Maria e infine anche Viola, compagna di Federico.

(Continua a leggere dopo la foto)

Il motivo? Marco – come ha sempre sostenuto l’avvocato della famiglia Vannini – poteva essere salvato nell’intervallo di tempo che va dalle 23,15, orario in cui è partito il proiettile, e le ore successive.

Ora, a un anno di distanza, la famiglia deve fare i conti con un’altra terribile tragedia. Domenico, padre della mamma di Marco, non c’è più. L’uomo, nonostante i soccorsi immediati, non è riuscito a salvarsi.

Omicidio di Marco Vannini, la (terribile) svolta: “Ecco chi ha ucciso il 26enne”. E c’entra anche la sua ex fidanzata…

 

 

Pubblicato il alle ore 08:21 Ultima modifica il alle ore 11:30