Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Dramma in montagna, Alberto muore travolto da una valanga: lascia 2 figli

  • Italia
valanga tragedia alberto morto 34 anni

Tragedia in montagna, morto scialpinista di 34 anni. Si chiamava Alberto Franzoi l’uomo che ieri, sabato 16 dicembre, è stato travolto da una valanga mentre stava effettuando una escursione sulla neve insieme al fratello Marco. I due si trovavano nella Val di Fleres, in Alta Valle Isarco, in Alto Adige al confine con l’Austria quando è avvenuto l’incidente.

Erano passate da poco le 11:30 quando è avvenuto il distacco della neve. Alberto e Marco si trovavano in quel momento a circa 3.000 metri sotto Cima delle pecore. Alberto è stato travolto davanti agli occhi del fratello che poco dopo l’ha raggiunto. Una volta liberato dalla neve il 34enne è stato rianimato dai soccorritori, ma è morto dopo il ricovero nell’ospedale di Bolzano.

Leggi anche: Incidente choc, auto falcia una coppia. Soccorsi inutili per Marcello, muore davanti alla moglie

valanga tragedia alberto morto 34 anni


Il dolore per la morte di Alberto Franzoi

Alberto Franzoi era originario di Rovereto ma viveva a Roncafort. Era un fisico nucleare, lavorava da circa dieci anni come tecnico all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a Povo. Aveva vissuto un anno negli Stati Uniti per studiare, poi aveva lavorato per Fbk, prima di trasferirsi alla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. Lascia la compagna e due figli piccoli di 3 e 5 anni.

valanga tragedia alberto morto 34 anni

Il fratello Marco è rimasto illeso. È stato proprio lui ad estrarre Alberto dalla neve prima dei soccorsi. Purtroppo, però, dopo essere stato rianimato il 34enne è morto all’ospedale di Bolzano. Sul posto, per le ricerche, sono intervenuti il soccorso alpino di Fleres e gli elicotteri Pelikan 1 e dell’Aiut Alpin Dolomites.

Il direttore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Francesco Pederiva ha dichiarato: “Per tutti noi è una grande tragedia: appena abbiamo saputo abbiamo avvertito i vari componenti della giunta e i lavoratori e dico a nome di tutti che siamo vicini alla famiglia di Alberto e partecipiamo al lutto. Mancherà tantissimo anche a tutti noi, gli volevamo tutti bene”.

“Lo abbiamo ritrovato”. Scomparso da sei anni: dato per morto, la polizia lo ritrova vivo. L’annuncio a Chi l’ha visto


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004