“Quello che ci hanno fatto…”. Bomba di ‘Quarto Grado’ su Denise Pipitone, ora parla Piera Maggio

La vicenda legata alla sparizione di Denise Pipitone continua a tenere banco quotidianamente. Soltanto nella giornata del 21 maggio sono giunte notizie molto importanti e per certi versi inaspettate. Innanzitutto, durante ‘Pomeriggio Cinque’, l’inviata di Barbara D’Urso ha svelato l’esito del test del Dna sulla ragazza di Scalea, Denisa: “Le è stato prelevato il sangue e non è Denise”. Quindi, si chiude questo capitolo della storia, ma la giovane di origini rumene aveva già fatto sapere di non essere la bimba.

Poi, durante la puntata serale di ‘Quarto Grado’, si è parlato di una possibile svolta nel caso. Infatti, sarebbero finiti nel registro degli indagati Anna Corona e il nipote del testimone sordomuto, Giuseppe Della Chiave. Conferme da fonti della Procura non sono ancora arrivate, ma ci sarebbe in corso questa indagine a carico delle due persone qui sopra menzionate. Intanto, attraverso il suo profilo Facebook, la mamma di Denise, Piera Maggio, ha nuovamente rotto il silenzio e ha detto la sua.


Il testimone sordomuto non è più in vita, quindi adesso sarebbe finito il nipote sotto la lente di ingrandimento. Anna Corona fu invece inizialmente indagata, ma poi la sua posizione fu archiviata. A finire sotto processo fu la figlia Jessica Pulizzi, mai condannata in nessun grado di giudizio. La signora Piera Maggio non ha voluto commentare ufficialmente queste ultime novità, ma ha comunque voluto scrivere un post nel quale ha detto che prima o poi qualcuno dovrà chiederle scusa per quanto successo.

Piera Maggio ha dunque pubblicato su Fcebook: “Denise amore puro. Ci sarà il giorno che qualcuno verrà a chiederci scusa, forse sarà troppo tardi! Scusa per tutto quello che abbiamo subito in questi anni: illazioni, allusioni, soprusi, bugie, mancanza di rispetto e tanto altro…”. A firmare questo messaggio anche Piero Pulizzi, papà biologico di Denise Pipitone. La speranza dei due è che finalmente possa essere fatta giustizia e siano forniti elementi utili per comprendere cosa sia successo nel 2004.

Intanto, è scattata una diffida nei confronti di Alberto Matano e de ‘La Vita in diretta’. Il tutto è scaturito da un’intervista effettuata da un’inviata de ‘La Vita in diretta’ alla zia dell’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, Gaspare Ghaleb. Questa la richiesta ufficiale alla trasmissione: “Non potete mandare in onda il filmato perché registrato senza consenso preventivo”. L’inviata del programma Rai ha invece sottolineato di non aver fatto nulla in maniera scorretta.

“Indagati Anna Corona e un uomo”. Denise Pipitone, colpo di scena dopo la riapertura delle indagini