Denise Pipitone lettera anonima

“Mandate i carabinieri in quel posto”. Denise Pipitone, spunta una lettera. Piera Maggio: “Per favore…”

Piera Maggio è tornata alla carica, dopo la vicenda russa e ora che le luci sono tutte puntate su di lei, è intenzionata a fare chiarezza una volta per tutte sulla scomparsa di Denise Pipitone. Tutto parte dall’ultima puntata di “Chi l’ha visto?” in cui sono sono emersi nuovi elementi sul caso Denise Pipitone, e in particolare una lettera anonima di cui ha parlato l’avvocato Giacomo Frazzitta, il legale di Piera Maggio. Al programma della Sciarelli l’avvocato di Piera Maggio ha lanciato un appello all’anonimo, chiedendogli di mettersi in contatto con lui.

“A questa persona, che ringrazio per il suo senso civico – ha detto l’avvocato – chiedo di mettersi in contatto con me, assicurando la massima riservatezza. Adesso abbiamo bisogno di un altro passo, per questo è importante che l’autore di questo anonimo si faccia sentire”. Durante il pomeriggio di giovedì 13 maggio, Giacomo Frazzitta è tornato in televisione – stavolta a La Vita in diretta – dove ha fatto delle rivelazioni sulla lettera anonima sul caso Denise Pipitone, facendo qualche riferimento (non approfondito) sul suo contenuto e rilanciando l’appello al suo autore.

Denise Pipitone lettera anonima


Tra i primi dettagli c’è il modo in cui la lettera è stata scritta: “Ieri pomeriggio mi è giunta una missiva su Denise Pipitone, anonima scritta a mano, in una grafia che evidenzia due colori, in blu e in rosso in base agli argomenti che tratta. Noi ringraziamo molto questa persona per quello che ha fatto. Non deve preoccuparsi del fatto che lo ha fatto troppo tardi, l’importante è averlo fatto”.

Denise Pipitone lettera anonima

Denise Pipitone lettera anonima

E ancora: “Parlare con questa persona ignota, molto probabilmente un uomo, questo è l’unico strumento – ha continuato il legale della madre di Denise Pipitone – Non abbiamo altro modo per poter interloquire con lui, speriamo che faccia un altro passo. Qualunque passo faccia, noi manterremo la massima riservatezza”.

Anche Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, ha lanciato un appello sui social network: “Per favore, dopo 17 anni, date voce ai tanti silenzi. Mi rivolgo alla persona della lettera anonima inviata al mio legale. Le chiedo di farsi sentire, nei modi che lei ritenga opportuno, faccia in modo di mettere fine a tutto questo dolore. Non solo noi, è l’Italia intera che glielo chiede”.

Ti potrebbe anche interessare: “Qualcosa non quadra”. Giorgia Meloni, Selvaggia Lucarelli all’attacco: “Chi ha mentito?”