“Nuovi indagati”. Denise Pipitone, dopo Anna Corona e Beppe Della Chiave l’indagine si allarga

Denise Pipitone, nuovi sviluppi sul caso della bambina scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo. Ieri, a Domenica Live, era portata la testimonianza dell’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, la figlia di Anna Corona sulla quale si era concentrate le indagini in un primo momento e poi assolta in via definitiva con sentenza della Cassazione. Parole, quelle dell’ex di Jessica, che hanno fatto saltare molti dalla sedia. “Dopo quell’occasione dell’11 dicembre 2004 non avevo mai chiesto a Jessica, nonostante voci che circolavano sul suo conto, circa un suo coinvolgimento nella sparizione di Denise Pipitone”.

“Posso dirvi che allorquando ho visto in televisione Piera Maggio più volte a lanciare appelli per ritrovare sua figlia Denise Pipitone, salvo poi scoprire che il vero padre della bambina era Pietro Pulizzi, ho avuto il sospetto che quest’ultima, Jessica, avesse portato a compimento tale efferato atto”. Poi non si era fermato, rincarando la dose. ““A tal proposito mi disse che come aveva sofferto lei adesso dovevano soffrire gli altri. Ho insistito per sapere se lei avesse a che fare con la scomparsa di Denise Pipitone, ma lei mi rispondeva in maniera evasiva”.


E ancora: “Ricordo però dal tono in cui mi disse la frase di cui sopra, e della maniera evasiva in cui mi rispondeva, ho avuto la sensazione che era stata lei a commettere quel gesto criminoso. In tre anni di assidua frequentazione ho imparato a conoscerla, e a capire quando mi diceva le bugie. In questa occasione è stata quella la mia sensazione…”.

Oggi un nuovo colpo di scena. La bomba lanciata da Mattino 5. È stata infatti aperta una nuova inchiesta che vede indagati due nomi ormai noti per chi segue la vicenda: Anna Corona e Giuseppe Della Chiave. La prima, ex moglie del padre biologico di Denise Pipitone, Piero Pulizzi, il secondo amico della Corona e nipote del testimone audioleso, ora deceduto, che aveva visto la bambina subito dopo il rapimento.


Al momento, dunque, sembra che le indagini stiano ripartendo dalle profonde incongruenze che hanno caratterizzato il caso per scavare nuovi indizi. Una scenario che potrebbe arricchirsi di nuovi protagonisti. A Federica Panicucci l’inviata conferma: “Non è escluso vi possano essere altri nomi e altre persone indagate. La procura di Marsala lavora in grande silenzio anche se proprio nei giorni scorsi sono stati fatti degli accertamenti proprio sulla vecchia casa di Anna Corona”.

Ti potrebbe interessare: “Una cosa gravissima…”. Denise Pipitone, furia dell’avvocato Frazzitta. Silenzio rotto dopo la clamorosa svolta