“Ho riconosciuto la rom che era con Danas”. Denise Pipitone, la svolta dell’autore del video girato a Milano

Quarto Grado è tornato a trattare il caso di Denise Pipitone. Era il primo settembre 2004, quando la figlia di Piera Maggio scompare misteriosamente fuori dalla casa della nonna. Una serie di segnalazioni, speranze e a 17 anni dalla scomparsa della bimba nuove indiscrezioni sono venute alla luce. 

Due persone sono state indagate per sequestro di persona. Al momento sono indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave. Anna Corona è l’ex moglie di Piero Pulizzi, padre biologico di Denise Pipitone, Alice e Jessica Pulizzi, definitivamente prosciolta dall’accusa di aver rapito la sorellastra. Giuseppe Della Chiave è invece il nipote di Battista Della Chiave, il sordomuto testimone oculare (deceduto) che avrebbe visto Denise Pipitone in braccio al nipote all’interno della falegnameria dove il giorno della scomparsa della figlia di Piera Maggio partì una telefonata di Anna alla la madre, nel corso della quale avrebbe detto all’anziana signora di mettere in allerta le figlie, Jessica e Alice, perché stava succedendo qualcosa di molto grave. 

Denise Pipitone video danas

A quarto Grado si è tornati a parlare del video girato da Felice Grico, la guardia giurata che nel 2004 filmò una bambina molto somigliante a Denise Pipitone in compagnia di una donna di etnia rom. Quella fatta dalla guardia giurata di Milano resta ancora oggi l’unica segnalazione attendibile.


Denise Pipitone video danas

Il programma Quarto Grado ha dunque acceso i riflettori sulle immagini di una bambina apparse in un video, che evidenzierebbe la piccola in compagnia di una donna rom che la chiamava Danas. Felice Grieco cercò in quella occasione di trattenere la bambina ma poco dopo il gruppo sparì e di loro si persero le tracce per sempre. Ospite della trasmissione di Gianluigi Nuzzi, Felice Grieco ha raccontato di aver riconosciuto la donna in una foto di un articolo che parla di rom. 

Denise Pipitone video danas
Denise Pipitone video danas

“Qualche giorno fa ho avuto una segnalazione da una signora che vuole rimanere anonima, mi ha inviato un link di un articolo che parla di rom. C’erano delle persone e io tra queste ho riconosciuto la donna di Milano, quella che accompagnava la piccola Danàs a Milano. È inconfondibile, – ha spiegato la guardia giurata – io ricordo le facce. Ho subito segnalato a chi di dovere e ho formalizzato il riconoscimento”.

Pubblicato il alle ore 12:33 Ultima modifica il alle ore 12:37