“Forte somiglianza”. Denise Pipitone, controlli su una ragazza di 21 anni al Sud Italia. Cosa sta succedendo

Denise Pipitone, spunta una nuova pista. A dare notizia è il Messaggero. Il caso della piccola scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004 si è improvvisamente riaperto nelle settimane scorse. A riaccendere la luce su un caso lungo 17 le parole di una ragazza, Olesya Rostova, molto somigliante a Piera Maggio che aveva svelato di essere stata rapita da bambina e di non sapere chi fosse la mamma.

Un appello arrivato in Italia grazie alla segnalazione di una donna di origine russa che stava guardando il programma “Lasciali parlare”, dove la 21enne lanciava un messaggio per ritrovare la madre biologica. Uno stillicidio fatto di speculazioni eccessive da parte della televisione russa, chiusa con il tramonto della speranza di ritrovare in lei Denise Pipitone. Dopo la comparazione del gruppo sanguigno si era scoperto che la ragazza non fosse la figlia di Piera Maggio.


Da allora l’attenzione sul caso è rimasta alta grazie all’attenzione mediatica. Solo ieri a Storie Italiane, trasmissione che segue molto da vicino il caso Denise Pipitone, erano saltate fuori vecchie registrazioni. La prima intercettazione era il dialogo tra Jessica e Alice, le figlie di Anna Corona “Eravamo a casa, la mamma l’ha uccisa a Denise”, dice un all’altra.

E poi: “L’ha uccisa a Denise la mamma, tu dici queste cose boh” e Jessica risponde: “Tu non devi parlare”. E Alice: “Logico”. La seconda è un dialogo tra Gaspare fidanzato di Jessica e Anna. “La tendina…che gli ho detto là in cucina? Vedi qua e là? È da tre/quattro anni che mi vanno le cose sempre più male”, dice il ragazzo a cui poi risponde Anna: “Mi vuoi bene ? Mi stimi? Non ti scordare certi momenti che sono solo nostri”.

Denise Pipitone, l’ultima pista

Nastri inquietanti che potrebbero far pensare che la storia di Denise Pipitone si sia conclusa nel peggiore dei modi. Stamani però è arrivata la notizia che i “carabinieri di Scalea stanno eseguendo dei controlli su una ragazza di 21 anni, di origini romene, che vive nella cittadina tirrenica perché secondo la segnalazione di un cittadino si tratterebbe della bambina scomparsa nel settembre del 2004 da Mazara del Vallo”, riporta il Messaggero. La ragazza, la cui somiglianza con Denise Pipitone sembra verosimile, non si è sottratta alle verifiche e ha fornito i nomi dei genitori e altre informazioni utili a ricostruire il suo passato. A quanto si apprende la notizia è stata inoltrata alla Procura della Repubblica di Marsala alla quale spetta se procedere o meno ad effettuare la comparazione del dna.

Ti potrebbe interessare: “Si somigliano”. Denise Pipitone, il confronto tra la rom di Milano e quella che chiamò Pietro Pulizzi