“Abbiamo due nomi”. Denise Pipitone, l’avvocato Giacomo Frazzitta: “Si sono trovate al posto giusto nel momento sbagliato”

Durante l’ultima puntata di “Chi l’ha visto?” sono emersi nuovi elementi sul caso Denise Pipitone, e in particolare una lettera anonima di cui ha parlato l’avvocato Giacomo Frazzitta, il legale di Piera Maggio. Al programma della Sciarelli Frazzitta ha lanciato un appello all’anonimo, chiedendogli di mettersi in contatto con lui. “Ci rivolgiamo a quella persona che dopo 17 anni ha avuto il coraggio e il senso civico di inviare una lettera anonima al mio studio legale, dando informazioni nuove, ti invitiamo a fare un altro passo, nella massima riservatezza, fatti sentire”.

“Noi lo ringraziamo per il suo senso civico e chiediamo un ulteriore sforzo, è importante che si faccia sentire in qualche modo”, ha detto il legale, spiegando di aver ricevuto informazioni concrete mai rivelate nel corso di questi 17 anni. Durante il pomeriggio di giovedì 13 maggio, Giacomo Frazzitta è tornato in televisione – stavolta a La Vita in diretta – dove ha fatto delle rivelazioni sulla lettera anonima sul caso Denise Pipitone, facendo qualche riferimento (non approfondito) sul suo contenuto e rilanciando l’appello al suo autore.


“Ieri pomeriggio mi è giunta una missiva su Denise Pipitone, anonima scritta a mano, in una grafia che evidenzia due colori, in blu e in rosso in base agli argomenti che tratta. Noi ringraziamo molto questa persona per quello che ha fatto. Non deve preoccuparsi del fatto che lo ha fatto troppo tardi, l’importante è averlo fatto”.

Tornato a Storie italiane anche venerdì 14 maggio, Giacomo Frazzitta ha spiegato di avere in mano degli elementi che, dopo 17 lunghi anni di silenzi e bugie, potrebbero segnare la svolta del caso della bambina scomparsa del 2004 a Mazara Del Vallo. Non solo, dopo aver parlato di 4 testimoni, il legale ha dichiarato: “Ho fatto riferimento a quattro persone subito dopo il caso di Olesya. Ora possono diventare due, persone che potrebbero conoscere la verità, persone che si sono trovate al posto giusto nel momento sbagliato e potrebbero aiutare”.

Infine nuove rivelazioni sulle intercettazioni: “Le stiamo analizzando tutte, – dice Frazzitta – c’è una squadra di gran lavoro. Abbiamo un fuoriclasse, che è il maresciallo Lombardo, che ha voluto dare un aiuto spontaneamente. Queste intercettazioni potrebbero dare delle risposte importanti, perché cambia il focus: dalla persona che era stata imputata passiamo ad altri soggetti”.

“Mi augurano la morte”. UeD, momento terribile per Giulia D’Urso. L’ex corteggiatrice in lacrime

Pubblicato il alle ore 19:29 Ultima modifica il alle ore 19:34