“Vietato fino al 5 marzo”. Covid, l’indiscrezione dalle stanze del governo. Cosa cambia per gli italiani

La pandemia da coronavirus continua a preoccupare anche l’Italia, sebbene gli ultimi dati siano sicuramente più incoraggianti. Quasi tutte le regioni sono in zona gialle e dunque la diffusione del contagio si è ridotta, ma continuano a tenere in ansia le varianti del Covid-19, che potrebbero seriamente mettere a rischio tutti, rendendo ancora più difficoltosa la campagna vaccinale. E stanno iniziando a circolare alcune notizie sullo spostamento tra regioni, tema sicuramente attuale.

Infatti, il prossimo 15 febbraio scadrà ufficialmente il decreto che impone il divieto di spostamenti tra le regioni gialle, ma sarà ugualmente confermato quello in vigore per le zone arancioni e rosse. Si attendono notizie in merito da parte del Comitato Tecnico Scientifico, che non si è espresso ancora in maniera ufficiale. Ma stanno iniziando a venir fuori alcune indiscrezioni ben precise che farebbero anche riferimento ad una data. Andiamo a vedere più nel dettaglio di cosa stiamo parlando. (Continua dopo la foto)


Gli esperti starebbero pensando comunque di posticipare almeno di un’altra settimana questo divieto per capire maggiormente nei dettagli come sarà l’evoluzione della pandemia. Dal 16 febbraio, salvo ulteriori novità, dovrebbero riaprire i battenti le piste da sci ma resta da capire se ci si potrà spostare o meno da una regione gialla all’altra. Non si sa ancora con esattezza se queste decisioni saranno prese dal nuovo governo o se quello dimissionario dovrà intervenire. (Continua dopo la foto)

Gli ultimi rumors fanno riferimento ad un divieto di spostamento tra le regioni fino al prossimo 5 marzo. Quindi, non dovrebbe essersi un allentamento delle misure almeno fino a quella data. Poi se ne occuperà il futuro governo presumibilmente guidato dal professore Mario Draghi ad assumere ulteriori provvedimenti per provare a ridurre ancora di più la diffusione del coronavirus. Non resta che aspettare ancora qualche giorno per avere chiarezza maggiore su questo tema. (Continua dopo la foto)

Nelle scorse ore sono uscite notizie anche sulle riaperture di palestre e piscine. In piscina invece, per rispettare le norme contro il coronavirus, bisognerà avere 10 metri quadri a disposizione da chi nuota. Per quanto riguarda gli spogliatoi dovranno essere rispettate le stesse regole per le palestre. Intanto, è circolata anche la data della possibile riapertura di palestre e piscine, ovvero il prossimo 6 marzo.

Ricoverata per una recidiva del tumore alle ovaie: la giornalista e volto tv di nuovo in ospedale