Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Zona gialla da lunedì 6 dicembre”. Covid Italia, un’altra regione cambia colore: “Tutti parametri negativi”

  • Italia

Un’altra regione italiana pronta a passare in zona gialla da lunedì 6 dicembre. Così mentre l’aumento dei contagi, e l’arrivo della variante omicron, spaventano tutto il paese. A fare un quadro della situazione è il governatore del Veneto Luca Zaia ai microfoni di Start su Sky Tg24. “Se continuerà così, tutta Italia, o quasi, passerà al giallo nelle prossime settimane. Poi da un lato c’è la partita del Super green pass che dovrebbe quantomeno blindare e scongiurare la chiusura di quelle che sono le zone arancioni”.


“Che prevederebbero, appunto, la chiusura dei confini comunali e di molte attività come bar e ristoranti”. Quindi aggiunge: “E dall’altro lato, invece, la strategia è quella di vaccinare, e vedo di buon grado che ci sia questa giornata, sembra sia domani, che prevede delle azioni vaccinali importanti”. intanto, con molta probabilità, in zona gialla da lunedì ci sarà l’Alto Adige.

zona gialla


Zona gialla, i sindaci chiedono interventi

Lo ha comunicato l’assessore alla sanità Thomas Widmann, evidenziando che ormai tutti i parametri indicano in questa direzione. Widmann ha ricordato che Bolzano nei giorni scorsi aveva già anticipato le misure previste per la zona gialla, come l’obbligo di mascherina all’aperto e di Ffp2 sui mezzi pubblici, e che per questo motivo “per gli altoatesini cambierà poco”.

zona gialla

Intanto, per scongiurare la zona gialla o quantomeno ritardarla, i sindaci continuano il pressing per l’obbligo delle mascherine all’aperto in vista del Natale, per evitare un picco di contagi in prossimità delle feste. Sulla questione è intervenuto anche il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ospite di ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio 1.”Stiamo facendo una riflessione, ma in caso di assembramento all’aperto è già previsto l’obbligo di indossare la mascherina”.

zona gialla


“E quindi è ragionevole pensare che durante i giorni dello shopping natalizio con gli inevitabili assembramenti possa scattare l’obbligo. Sulle richieste del territorio stiamo facendo una riflessione”. Sulla questione gli esperti sono divisi. Per Walter Ricciardi “quella dei sindaci è una richiesta razionale”. Mentre per Matteo Bassetti: “l’obbligo della mascherina all’aperto tout court per tutti con multe da 400 a 3mila euro è una cosa anacronistica. Non sono d’accordo”, ha detto all’Adnkronos.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004