Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Correte, si vuole suicidare”. La chiamata a carabinieri e 118, poi la scoperta choc

  • Italia
Castellammare, pensano a un suicidio ma è un ladro in fuga

Momenti di panico a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, dove alcuni passanti hanno chiamato il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri per segnalare che una persona si voleva lanciare dalla balaustra di un palazzo in via San Catello. “Correte subito, si vuole suicidare”, il tenore di alcune chiamate arrivate alla centralina dei numeri di emergenza.

Armando Cimmino, 36enne di Casola di Napoli già noto alle forze dell’ordine, era sul cornicione del terzo piano di un palazzo in via San Catello. Dalla strada, da chi stava assistendo alla scena e aveva timore di assistere al dramma in diretta, sono arrivate le urla di terrore. Con l’arrivo delle forze dell’ordine e grazie ad alcuni abitanti della zona, si è scoperta la verità su quell’uomo che si trovava sul cornicione del palazzo.

Leggi anche: “Ecco perché l’ha fatto”. Morte di Lorena e Stefano, il dramma dietro al gesto choc. Parlano amici e vicini di casa

Castellammare, pensano a un suicidio ma è un ladro in fuga


Castellammare, pensano a un suicidio ma è un ladro in fuga

L’uomo che si trovava rannicchiato sul cornicione della palazzina di via San Catelloin realtà il presunto ‘suicida’ ma era semplicemente un ladro che stava tentando di fuggire dal luogo della razzia. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, qualche minuto prima l’uomo si sarebbe trovato nell’appartamento di un pensionato 70enne, che al momento si trovava a Sorrento. Proprio i vicini di casa avrebbero sorpreso l’uomo mentre stava mettendo a soqquadro l’abitazione e che, per mettersi in salvo, ha deciso di uscire dalla finestra.

Castellammare, pensano a un suicidio ma è un ladro in fuga

L’altezza era però troppa e non ha potuto fare altro che aggrapparsi al cornicione in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine. La fuga attraverso una finestra aperta ha attirato l’attenzione degli abitanti circostanti e delle persone che in quel momento passeggiavano in via San Catello, i quali, pensando si trattasse di un tentativo di suicidio, hanno immediatamente dato l’allarme al 118, carabinieri e vigili del fuoco.

Armando Cimmino, 36enne di Casola di Napoli già noto alle forze dell’ordine è stato messo in salvo dai vigili del fuoco e poco dopo è stato arrestato dai carabinieri. È ora in attesa di giudizio: deve rispondere al reato di tentato furto.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004