Coronavirus, settimo morto in Italia: la vittima è un uomo in Lombardia

Coronavirus, c’è un settimo decesso in Italia. A pochi minuti dalla notizia della sesta vittima agli Spedali civili di Brescia, una donna di Crema, paziente oncologica che era stata trasferita ieri e risultata positiva, è morto all’ospedale Sacco di Milano un 80enne di Castiglione d’Adda risultato positivo al Coronavirus.

Giovedì scorso era stato portato dal personale sanitario del 118 all’ospedale di Lodi per un infarto, stesso giorno in cui era arrivato il 38enne che è stato il primo paziente risultato positivo al virus. L’anziano è stato ricoverato in rianimazione e poi, risultato positivo al virus, trasferito al Sacco di Milano dove lunedì 24 febbraio è deceduto. È notizia di poco fa anche quella di un militare dell’Esercito, residente a Cremona, risultato positivo al Coronavirus. (Continua dopo la foto)


Lo ha reso noto la stessa Forza armata secondo cui “sono già disposte tutte le misure a tutela del personale”. Il militare è in servizio a Milano, ma da mercoledì era assente e si trovava a casa. I contagi totali in Italia, ha fatto sapere il Commissario per l’emergenza Angelo Borrelli, sono 219. Nei 219 casi complessivi accertati di Coronavirus in Italia, ha spiegato Borrelli, sono comprese le 5 vittime e il ricercatore rientrato da Wuhan che è guarito e che è stato dimesso dallo Spallanzani nei giorni scorsi. (Continua dopo la foto)

Al momento, dunque, si registrano 167 contagiati in Lombardia (comprese le 4 vittime), 27 in Veneto (compreso l’anziano morto a Vò Euganeo), 18 in Emilia Romagna, 4 in Piemonte e 3 nel Lazio (la coppia di cinesi allo Spallanzani e il ricercatore dimesso). Dei 213 positivi, 99 sono ricoverati con sintomi in ospedale, 23 sono in terapia intensiva e 91 in isolamento domiciliare. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}
I contagi nella sola Lombardia da Covid-19 sono saliti a 167, ha detto l’assessore Gallera. “Al momento ci sono 167 casi positivi, di questi circa 10% sono nella situazione più critica e 50% al proprio domicilio perché asintomatici “, ha detto Gallera a L’aria che tira su La7. Intanto in Veneto ai 25 casi di ieri si sono aggiunti altri due contagi, uno a Venezia e uno nel padovano.

Coronavirus, treni cancellati in tutta Italia. Ritardi e stop per accertamenti