“Spostiamo il coprifuoco”. Pierpaolo Sileri, la comunicazione sull’orario: “Ecco quando cambia”

Lo spostamento del coprifuoco dalle 22, nell’Italia quasi tutta in zona gialla, potrebbe avvenire nel giro di “7-10-15 giorni”. Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, a Domenica In si esprime così sull’ipotesi di modificare il coprifuoco, attualmente fissato alle 22. “Probabilmente nelle prossime settimane anche il coprifuoco potrebbe essere spostato in avanti: non è una mia decisione, deve esserci una valutazione scientifica”.

“I numeri potrebbero consentirlo tra 7-10-15 giorni, quando è stata varata la norma ci trovavamo nel pieno della terza ondata”, dice Sileri. Le vaccinazioni proseguono, le fasce più anziane e fragili vengono progressivamente protette. “Forse osserveremo un aumento dei contagi nella popolazione più giovane, in coloro che si muovono di più. Ma questo non determinerà un aumento dei ricoveri e delle terapie intensive.


Ciò non significa che non si possa morire di covid a 40 anni, ma le chance sono più basse. Non dobbiamo abbandonare il senso di responsabilità nei confronti degli altri”, dice Sileri. “Dobbiamo resistere ancora qualche settimana, le cose stanno andando meglio. Oggi rispetto ad un mese fa abbiamo molti milioni di italiani vaccinati in più e quindi possiamo allargare un po’ le maglie”.

“Cerchiamo di raggiungere 20-25 milioni di italiani con la prima dose e a quel punto le cose cambieranno drasticamente. Anche io vorrei buttare la mascherina, ma dobbiamo resistere un altro po’”, afferma ancora. Durante un’intervista rilasciata per Il Corriere della Sera, lo stesso Sileri aveva affermato: “Con 500 mila vaccinazioni al giorno, aumenterà anche il numero delle persone vaccinate e l’aumento dei contagi non dovrebbe avere effetti sui ricoveri”.

“I decessi sono ancora parte della terza ondata. Ma se la campagna vaccinale continua ad andare avanti così, entro la fine del mese quel numero si dimezzerà. In giugno anche noi saremo come la Gran Bretagna. L’unica cosa che temo davvero è che vaccinati anche i trentenni, si penserà che il virus sia scomparso e in pochi sotto i 30 anni si vaccineranno”.

Caffeina News by AdnKronos
www.adnkronos.com

Terribile schianto col paracadute, Emanuele muore a 38 anni. Gravissimo l’amico 25enne