chiara ugolini suicida omicida carcere

“Trovato morto in carcere”. Chiara Ugolini, la scoperta sul vicino accusato dell’omicidio poco prima dell’interrogatorio

Prima l’aggressione, poi l’omicidio nella cucina della sua casa. Chiara Ugolini, 27enne di Calmasino di Bardolino. provincia di Verona, è morta così. Per il suo omicidio era stato arrestato Emanuele Impellizzeri, che è stato ritrovato senza vita nella cella dove era stato rinchiuso. I due erano vicini di casa e oggi si ipotizza che l’uomo avesse sviluppato una sorta di ossessione nei confronti della ragazza. Dopo essere stato fermato l’uomo davanti al gip si era avvalso della facoltà di non rispondere.

L’uomo, di origini catanesi, era stato arrestato il 6 settembre lungo l’autostrada del Sole nei pressi di Firenze. Era fuggito da Calmasino in sella alla sua motocicletta. Ai magistrati non ha rivelato nulla di quello che è avvenuto. Inizialmente l’uomo era stato rinchiuso nel carcere fiorentino di Sollicciano, poi è stato trasferito in quello veronese di Montorio. Qui è stato trovato impiccato nella sua cella.

chiara ugolini suicida accusato carcere

La notizia è stata data dal segretario nazionale della Uilpa Polizia Penitenziaria Gennarino De Fazio. La scoperta del suicidio risale alle 5 e 30 del mattino di lunedì 27 settembre. Proprio nella stessa giornata era previsto l’interrogatorio di Emanuele Impellizzeri, l’uomo che aveva confessato l’omicidio di Chiara Ugolini senza spiegare il motivo. Era entrato in casa sua dal balcone, poi la lite, quindi l’aggressione e infine l’omicidio.


chiara ugolini suicida accusato carcere

Emanuele Impellizzeri aveva una compagna e dei figli. Lavorava in una carrozzeria del paese e aveva dei precedenti penali. Stava infatti scontando una condanna per due rapine risalenti al 2006 con l’affidamento in prova ai servizi sociali. Dopo l’aggressione aveva confessato quanto avvenuto alla convivente e questa avrebbe reagito male affermando che non l’avrebbe aiutato. Quindi la fuga in moto. Ma la donna aveva già avvertito i carabinieri che più tardi riusciranno a bloccare l’uomo sull’autostrada.

L’omicidio di Chiara Ugolini ha sconvolto l’intera comunità del piccolo paese in cui viveva. Commovente il ricordo del fidanzato Daniel Bongiovanni, con il quale conviveva: “Tu sei e resterai per sempre la mia metà, la parte che mi completa, la mia ragione di vivere. Abbiamo passato mille avventure, ma era solo l’inizio, avevamo migliaia di progetti insieme rimasti in sospeso”. Ora il suicidio di Emanuele Impellizzeri che chiude con un altro dramma una storia maledetta.

Pubblicato il alle ore 17:28 Ultima modifica il alle ore 17:28