‘Chi l’ha visto?’, clamorosa svolta nella scomparsa dei badanti Alessandro e Luigi. La verità choc dopo 6 anni di silenzio

Sono passati quasi sette anni da quando Alessandro Sabatino, 40 anni e Luigi Cerreto, 23 anni, residenti a Caserta, scomparvero nel nulla a Siracusa. I fatti risalgono al 12 maggio 2014 e da allora non sono mai più stati trovati. Dalla città campana, Alessandro e Luigi si erano trasferiti in Sicilia, precisamente a Siracusa, dove avevano trovato lavoro come badanti a casa di un anziano.

Ora il caso potrebbe essere ad una svolta. Gli agenti della squadra mobile di Siracusa hanno trovato resti umani all’interno di una villa in contrada Tivoli, ad una decina di chilometri dal capoluogo, nella zona dove sarebbero scomparsi. Il ritrovamento è avvenuto proprio nella villa di Giampiero Riccioli, figlio dell’anziano che i due badanti assistevano. (Continua a leggere dopo la foto)


L’uomo è indagato per duplice omicidio. Secondo quanto riportano i quotidiani locali, i resti umani ritrovati apparterrebbero a due persone che dalle prime sommarie indiscrezioni sarebbero compatibili con quelli di Alessandro e Luigi. La Procura di Siracusa aveva ricostruito gli ultimi movimenti della giornata della scomparsa dei due e si concretizzò l’ipotesi che Alessandro e Luigi fossero stati uccisi e i loro corpi gettati in un pozzo. (Continua a leggere dopo la foto)

L’inchiesta è stata avocata a ottobre 2020 dalla Procura Generale di Catania, dopo la seconda opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dal legale dei familiari. Come riporta SiracusaOggi.it all’identificazione dei resti si sarebbe arrivati tramite alcuni indumenti e, pare, una scarpa da tennis. Gli investigatori della Mobile lavorano all’interno di una tenda che hanno montato nell’area dove si stanno concentrando le ricerche. Disposto il test del dna per l’identificazione definitiva. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

“I due uomini lavoravano come badanti e, secondo la ricostruzione dei detective, erano in procinto di denunciare per maltrattamenti il figlio dell’anziano che accudivano, prima di scomparire misteriosamente”, è la versione rimbalzata anche attraverso Chi l’ha Visto, la trasmissione di Rai Tre che da tempo si occupa del caso.

 

“È arrivata la polizia”. C’è posta per te, il racconto choc della collaboratrice di Maria De Filippi