Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
"Perché l'ha uccisa". Omicidio Carol Maltesi: una telefonata, poi la furia dell'assassino

“È lei”. Uccisa e fatta a pezzi, l’attrice italiana riconosciuta dai fan grazie ai tatuaggi

  • Italia

Era stato fatto a pezzi e nascosto in quattro sacchi di plastica nera il corpo di una donna trovato il 20 marzo a Borno, in provincia di Brescia, precisamente sulla strada che dalla provincia di Brescia porta a quella di Bergamo. I carabinieri hanno immediatamente aperto una indagine per omicidio per risalire all’identità della vittima. Le condizioni del corpo avevano reso difficile l’identificazione, perché l’omicida aveva usato il fuoco per sfregiare il volto della vittima e cancellare alcuni tatuaggi che molto probabilmente sarebbero stati utili per il riconoscimento.

Ancora visibili le scritte “Step by step“ sulla caviglia destra,“‘wanderlust“ sulla clavicola sinistra, “elegance is the“ – e il resto della frase è illeggibile – sulla schiena, lato destro. “Be brave“ sul gomito sinistro. “Fly“ sul polso destro. “V“ rovesciata sulla coscia destra e ‘“VV“ rovesciate sulla coscia sinistra e un motivo animalier sul gluteo destro.

Charlotte Angie identità pornostar corpo pezzi Borno Brescia


Charlotte Angie, chi era la donna uccisa e fatta a pezzi a Borno

I carabinieri avevano lanciato anche un appello ai tatuatori e proprio grazie ai tatuaggi i militari dell’arma sono risaliti all’identità. La vittima si chiamava Carol Maltesi, aveva 25 anni ed era nota nel mondo del porno come Charlotte Angie. Un 43enne, vicino di casa ed ex fidanzato della ragazza, è stato sottoposto a stato di fermo e ha confessato il delitto davanti ai carabinieri.

Charlotte Angie identità pornostar corpo pezzi Borno Brescia

Come riporta in esclusiva il quotidiano locale BSNews, l’uomo si è presentato in caserma per parlare della donna scomparsa ma “offrendo circostanze che subito si rivelavano contraddette dalle emergenze investigative fino a quel momento acquisite. Il magistrato ed i carabinieri, che nel frattempo avevano raccolto elementi che collocavano l’uomo in territorio di Borno la mattina di domenica 20, lo sottoponevano ad una serie di contestazioni, anche in sede di formale interrogatorio, svoltosi nel corso della notte alla presenza del difensore. L’uomo decideva quindi di confessare l’omicidio e l’occultamento del cadavere avvenuto a gennaio 2022, prima riponendolo in un congelatore nella casa della stessa vittima e poi, una volta fatto a pezzi, gettandolo nel dirupo di montagna”.

Charlotte Angie identità pornostar corpo pezzi Borno Brescia

Carol Maltesi, questo il nome all’anagrafe della vittima, era conosciuta con il nome d’arte di Charlotte Angie e si era avvicinata al mondo del porno nel 2021, arrivandoci grazie a una certa fama che si era costruita su Onlyfans, noto sito che offre servizi di intrattenimento per adulti. Figlia di genitori italiani e olandesi, ha studiato dalle suore Orsoline e per anni ha praticato equitazione e danza e a 20 anni ha avuto un figlio.

Da Sesto Calende si era trasferita prima a Busto Arsizio e poi in provincia di Milano. Nel 2016 aveva cominciato a lavorare come commessa e fino al 2021 è stata impiegata in un negozio milanese di profumi. Nel 2021 ha iniziato a pubblicare contenuti su OnlyFans per poi passare al mondo professionista sui set del cinema a luci rosse e con spettacoli nei locali.