Prima il malore in strada, poi viene travolto da un’auto. Antonino è morto a 24 anni

“Antonino non c’è più.. anche la speranza ha lasciato il posto alla realtà dei fatti. Grazie di cuore a tutti amici parenti conoscenti e chi pur non conoscendoci sta avendo un pensiero”. È il triste messaggio affidato ai social della cugina di Antonino Barreca, scomparso tragicamente a soli 24 anni. Per ore dopo l’incidente famiglia e amici si sono aggrappati alla speranza.

Ha lottato Antonino, fino all’ultimo. Poi il suo cuore si è arreso lasciando spazio a una tristezza infinita che ha gettato nello sconforto l’intero paese di Cesano Maderno – comune in provincia di Monza e Brianza – che ora si stringe attorno alla famiglia di Antonino Barreca. A rendere ancora peggiore la storia, la modalità drammatica con la quale si è verificato l’incidente. Sabato 20 febbraio Antonio Barreca, una passione per la cucina e aspirante chef, era stato vittima di un malore. Continua dopo la foto


Si era accasciato in strada finendo poi investito da una macchina in transito. Subito soccorso, Antonino Barreca è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Niguarda di Milano. Ancora da chiarire la dinamica ma, a quanto si apprende, Antonino stava parlando con alcuni parenti sul marciapiede davanti casa quando ha iniziato ad avvertire dolori e giramenti di testa finendo poi accasciato in terra. Continua dopo la foto

Una macchina che stava transitando, sembrerebbe a velocità normale, non è riuscita a frenare in tempo e ha così investito il ragazzo. Sul posto è intervenuta un’ambulanza e le forze dell’ordine che ora stanno cercando di tracciare una linea netta su quanto accaduto. Sui social, subito dopo la notizia, si è riversato una fiume di commenti. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
“Antonino purtroppo non ce l’ha fatta. La sua vita si è fermata con i suoi 24 anni e tutti i suoi sogni”: hanno scritto sui social i parenti. Sul profilo Facebook del ragazzo si nota la sua passione per i fornelli. La maggior parte delle foto, dei video e del post sono dedicati all’amore per la cucina. Come riportato dal giornale MonzaToday, la cugina Marika lo ricorda come: “Un ragazzo gentile educato sempre scherzoso e rispettoso verso tutti. Il suo sogno era quello di diventare un bravo chef e ha fatto diversi tirocini anche all’estero”.

Ti potrebbe interessare: Terribile incidente d’auto, l’ex calciatore della nazionale ricoverato in codice rosso. Le sue condizioni