Morto tra le lamiere dell’auto, addio ad Alessio. Aveva solo 22 anni

Tremendo schianto tra automobile e tir. Le strade italiane tornano a sporcarsi di sangue. Stavolta a pagare le conseguenze dell’ennesimo incidente stradale, avvenuto nella mattina di martedì 11 maggio, è stato Alessio Veseli, un 22enne di origini albanese che ha perso la vita. Il giovane abitava a Cassino e stava procedendo con la sua Alfa Mito sulla strada statale 630 Ausonia, in direzione di Formia. Qui avrebbe dovuto raggiungere l’officina meccanica dove era in prova.

L’impatto con il tir, violentissimo, è avvenuto all’alba. Il conducente del mezzo pesante, un 43enne di Formia non ha riportato ferite. Dopo lo scontro tra i due mezzi, l’Alfa del giovane è finita nella cunetta. I vigili del fuoco di Cassino sono intervenuti sul luogo dell’incidente e le operazioni per estrarre il corpo del ventenne non sono state semplici. A cercare di ricostruire la dinamica del sinistro sono i carabinieri di San Giorgio e Pontecorvo.


 

La salma di Alessio è stata posta sotto sequestro. Sul posto sono giunti, oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri, anche l’ambulanza dell’Ares 118 e la Polizia. Ma a nulla sono valsi i tentativi dei sanitari: per il 22enne non c’è stato niente da fare. L’auto su cui viaggiava Alessio si è scontrata frontalmente con il tir e, secondo le prime ricostruzioni, il giovane sarebbe morto sul colpo. Sembra che Alessio, originario di Pontecorvo ma residente a Cassino in via Rossini, abbia perso il controllo della macchina per cause ancora da accertare.

 

Subito dopo l’impatto l’automobile di Alessio Veseli è stata sbalzata fuori dalla carreggiata provocando la morte del giovane. Il traffico nel tratto della superstrada 630, tra San Giorgio a Liri e Pignataro Interamna ha subito dei rallentamenti per diverse ore. Anche Astra Infomobilità lo ha comunicato con un tweet, segnalando code a causa dell’incidente.

 

Poco dopo l’incidente sul posto sono arrivati anche i familiari del giovane Alessio. Non appena hanno visto le condizioni in cui si trovava l’auto su cui il giovane viaggiava, hanno capito che la situazione era gravissima. Quando hanno saputo che il loro Alessio non ce l’aveva fatta si sono lasciati andare alla disperazione.

Denise Pipitone, parla la ragazza segnalata a Scalea: la conferma a Chi l’ha visto