Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
"Perché l'ha uccisa". Omicidio Carol Maltesi: una telefonata, poi la furia dell'assassino

“Perché Davide l’ha uccisa”. Omicidio dell’attrice italiana: una telefonata, poi la furia dell’assassino

  • Italia

Carol Maltesi, la 25enne nota nel mondo a luci rosse come Charlotte Angie è stata uccisa da Davide Fontana, 43 anni, posto in stato di fermo per l’omicidio della ragazza. Per il gip di Brescia, Angela Corvi, che ha convalidato il fermo dell’uomo dalle indagini è emersa “l’assenza di qualsiasi scrupolo morale” da parte sua.

“La totale mancanza di ogni senso di umana compassione traspare limpidamente dalla complessiva condotta volta a distruggere il cadavere della Maltesi” precisa il gip nell’ordinanza di convalida del fermo del 43enne . Davide Fontana si trova in carcere per omicidio aggravato dalle sevizie, occultamento e distruzione di cadavere. I carabinieri useranno il luminol, il reagente che indica con una luminescenza possibili tracce ematiche, per trovare riscontro a quanto raccontato dall’uomo, ma soprattutto per capire se l’uomo ha agito da solo.

Carol Maltesi perché Davide Fontana ucciso Charlotte Angie


Carol Maltesi, perché Davide Fontana ha ucciso Charlotte Angie

Ora emergono nuovi elementi utili per ricostruire il caso, in particolare il motivo che avrebbe indotto il 43enne a uccidere e ad accanirsi sul cadavere della 25enne. Come riporta il Giornale di Brescia, Davide Fontana avrebbe detto ai giudici di aver ucciso Carol Maltesi durante un gioco erotico, quando lei ricevette una telefonata dall’ex fidanzato, con il quale parlò della sua volontà di trasferirsi in Veneto per stare più vicina al figlio. Sarebbe stato questo il motivo che avrebbe portato l’uomo a uccidere la 25enne.

Carol Maltesi perché Davide Fontana ucciso Charlotte Angie

Sentire quelle parole – trasferirsi a Verona, quindi lontano da lui – è stata la miccia che gli ha fatto esplodere la rabbia omicida. L’omicidio è avvenuto durante riprese di un video hard che i due stavano girando a casa di Carol, lo scorso 10 gennaio. Lei era legata al palo di lap dance della camera da letto, quando al telefono è arrivata una chiamata dell’ex compagno e padre del figlio.

La ragazza ha preteso di essere slegata per rispondere e parlando ad alta voce ha rivelato di doversi trasferire a Verona per stare più vicina al bambino. A quel punto l’uomo – una volta resosi conto dell’imminente partenza della donna – l’ha colpita a martellate fino ad ucciderla. La scientifica ha sequestrato il materiale informatico per cercare di recuperare il filmato che documenta la morte di Carol Maltesi, poi cancellato da Davide Fontana.

“Se n’è andato”. Simone non ce l’ha fatta: vittima di un malore a 30 anni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004