Dramma sulla statale, auto finisce contro camion. C’è una vittima: è morto sul colpo

Ancora sangue sulle strade italiane. Stamani uomo ha perso la vita nello scontro tra la sua auto e un camion. Lo schianto è avvenuto sulla statale 106 all’altezza dello svincolo per Camini in provincia di Reggio Calabria. La vittima si chiamava Ferdinando Marzano, di 87 anni era originaria di Placanca, stando a quanto accertato dai carabinieri e dai vigili del fuoco, era alla guida di una Fiat “500”, vecchio modello, quando per cause ancora in via di accertamento la sua vettura è entrata in collisione con un camion.


Inutile l’intervento dei sanitari del servizio 118, l’uomo è morto sul colpo. Illeso il conducente del mezzo pesante. I due veicoli sono stati sottoposti a sequestro su disposizione della Procura di Locri. A stabilire l’esatta dinamica dell’incidente saranno i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica. Traffico e rallentamenti nella zona interessata. La strada, al km 133, è stata chiusa al traffico, in direzione Reggio Calabria, per consentire i soccorsi sanitari ed i rilievi volti ad accertare la dinamica dell’incidente.

incidente camini


Allo svincolo per Camini presenti, oltre ai mezzi di soccorso, le squadre Anas, i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità e per consentire la riapertura del tratto nel più breve tempo possibile. Verso le ore 14 la circolazione è tornata regolare e la strada è stata riaperta al traffico. Si tratta solo dell’ultimo incidente mortale.


incidente camini


Ieri mattina, 11 agosto, in via Nuova Trevigiana nella frazione di Lughignano a Casale sul Sile due auto si erano scontrare. Un terribile frontale dopo il quale erano divampate le fiamme. Per una bimba di 9 anni, Adreea Maria Cretu, non c’era stato nulla da fare. Stava viaggiando con zia, mamma e sorellina piccola di 2 anni a bordo di una Golf nera che, per cause ancora da accertare, si era schianta contro una Fiat Tipo guidata da un 50enne.

incidente camini


Sotto choc i passeggeri dalla Golf, una famiglia di origine romene ma da anni residente a Casale sul Sile. Secondo una prima ricostruzione, Andreea era seduta insieme alla sorellina più piccola sul sedile posteriore della vettura guidata dalla zia mentre sul sedile del passeggero era seduta la madre. Dopo aver perso conoscenza, la piccola di 9 anni era stata trasportata in condizioni critiche al Ca’ Foncello. Una corsa inutile

Pubblicato il alle ore 19:22 Ultima modifica il alle ore 19:22