Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
brescia auto fuoco due morti

Inferno di fiamme, auto si ribalta e prende fuoco. Marco e l’amico perdono la vita. Altri 2 feriti

  • Italia

Brescia, auto prende fuoco, morti due giovani amici. Tragedia nella notte tra giovedì 23 e venerdì 24 a Lumezzane nel bresciano. Nel sinistro hanno perso la vita Marco Rossi, 31enne di Villa Carcina, e Giorgio Botti, 19 anni ad agosto, che era stato ricoverato in gravi condizioni. Quest’ultimo è deceduto in ospedale. Nell’auto c’erano altri due amici, rimasti feriti ma non in pericolo di vita.

Dalle prime ricostruzioni pare che la macchina, guidata da Marco Rossi, stesse viaggiando ad alta velocità. Il conducente ha perso il controllo del mezzo che si è schiantato contro un muretto in via Brescia. L’automobile si è ribaltata e ha preso fuoco. Nell’inferno di fiamme Marco ha perso la vita, mentre solo il prodigioso intervento dei carabinieri di Concesio ha permesso di salvare la vita agli altri due passeggeri. Purtroppo per Giorgio, che aveva riportato gravi ustioni, non c’è stato nulla da fare.

brescia auto fuoco due morti


I primi ad arrivare sul luogo dell’incidente sono stati proprio i carabinieri di Concesio che hanno sfidato le fiamme per tirare fuori i ragazzi dall’automobile. Tre ragazzi feriti, uno in gravi condizioni, sono stati così estratti e portati in ospedale. Purtroppo i vigili del fuoco sono riusciti ad estrarre Marco Rossi solo dopo che l’incendio è stato domato.

brescia auto fuoco due morti

Secondo quanto riportato da Brescia Today i carabinieri intervenuti avevano incrociato la Clio su cui viaggiavano i ragazzi già in piazzale Europa. E avrebbero deciso di seguirla, poco dopo, in via Brescia, il tremendo schianto e il fuoco. Il sindaco di Lumezzane Joseph Facchini ha scritto un post su Facebook: “Purtroppo nelle scorse ore c’è stato un tragico incidente sulle strade della nostra Lumezzane che ha visto coinvolti alcuni giovani ragazzi e un’auto prendere fuoco, con conseguenze gravi e in un caso anche fatali”.

“Le indagini – scrive il primo cittadino – sono tutt’ora in corso e le dinamiche verranno chiarite prossimamente dalle autorità competenti, per cui occorre rispettoso riserbo. L’unica cosa certa è la tristezza per chi ha riportato gravi danni e soprattutto il dolore per questa scomparsa. Quando succede un evento del genere è sempre triste, il fatto che si tratti di ragazzi così giovani non può che dare ulteriori sofferenze. L’auspicio è che chi è rimasto coinvolto e può ancora farcela, possa riprendersi quanto prima. Per chi purtroppo non è più su questa terra, una preghiera e cordoglio”.

“Non immaginate la paura”. Fuori dall’Isola, Pamela Petrarolo può dirlo: “È successo di notte”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004