bonus idrico 2021 istruzioni documenti

Bonus idrico, fino a 1.000 euro. C’è tempo fino al 31 dicembre, come ottenerlo

Bonus idrico, si parte. Tra pochissimo sarà possibile beneficiare dell’agevolazione prevista dalla scorsa legge di bilancio. Ecco quali sono le modalità di accesso e i documenti da allegare per ottenere un rimborso fino a 1000 euro per l’acquisto di rubinetti e servizi igienici sostenuti dal primo gennaio al 31 dicembre 2021. Il contributo può essere richiesto dai cittadini maggiorenni residenti in Italia per un solo immobile e per una sola volta.

Inoltre sulle spese sostenute non è possibile beneficiare di altre agevolazioni fiscali. Per ottenere il bonus idrico è necessario collegarsi ad una piattaforma on line che però al momento non è ancora attivo. Non si sa quando lo sarà, ma pare che il servizio sia quasi pronto. Per collegarsi i cittadini potranno accedere tramite SPID, Identità Digitale oppure tramite Carta d’Identità Elettronica. Sulla piattaforma bonus idrico 2021 sarà presente un modulo di domanda da compilare.

bonus idrico 2021 istruzioni documenti

Sul modulo gli interessati dovranno inserire nome, cognome e codice fiscale. Poi importo della spesa sostenuta di cui si chiede il rimborso. Dovranno inoltre essere fornite altre informazioni: quantità del bene e specifiche della posa in opera o installazione. Poi specifiche tecniche, per ogni bene sostituito da apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, oltre alla specifica della portata massima d’acqua (in l/min) del prodotto acquistato.


bonus idrico 2021 istruzioni documenti

Per beneficiare del bonus idrico si dovranno inoltre inserire identificativo catastale dell’immobile per cui è stata presentata istanza di rimborso. Dichiarazione di non avere fruito di altre agevolazioni fiscali per la fornitura, posa in opera e installazione dei medesimi beni. Coordinate del conto corrente bancario/postale (Iban) del beneficiario su cui accreditare il rimborso. Indicazione del titolo giuridico per il quale si richiede il bonus. Attestazione del richiedente nel caso in cui non sia proprietario o comproprietario degli estremi del contratto da cui trae titolo. Attestazione di avvenuta comunicazione al cointestatario/proprietario, identificato con nome, cognome e codice fiscale, della volontà di fruire del predetto bonus.

Per ottenere rimborsi fino a 1000 euro infine il cittadino dovrà allegare la documentazione delle spese affrontate per l’acquisto di apparecchi a scarico ridotto o a limitazione di flusso d’acqua. Sarà necessario fornire anche copia della fattura elettronica o del pagamento tramite sistemi tracciabili. “Il rimborso è escluso ove la richiesta risulti incompleta di informazioni e/o degli allegati” si legge nel decreto. Le risorse stanziate sono pari a 20 milioni di euro, i rimborsi saranno riconosciuti in base all’ordine cronologico delle istanze. Vista la vastità della platea interessata è probabile che ci sarà un click day per accedere all’agevolazione.

Pubblicato il alle ore 10:44 Ultima modifica il alle ore 10:44