Coniugi scomparsi a Bolzano, l’allarme dopo la scoperta fatta con i droni. Individuato un punto preciso

Bolzano, proseguono le ricerche dei coniugi Neumair. In seguito a una riunione indetta dai rappresentanti scelti tra protezione civile, polizia e vigili del fuoco, i droni hanno continuato a sorvolare l’Adige e negli ultimi giorni sarebbero emerse due grosse macchie scure. A favore delle indagini anche il livello del fiume, che verrà ridotto per facilitare le ricerche.

Le immagini catturate dai droni in volo hanno lasciato emergere alcuni dettagli da poter ricondurre ai coniugi Neumair. Si tratta nello specifico di un macchia scura rilevata sul fondo del fiume Adige che ha fatto scattare l’allarme. Il dettaglio ha così portato inevitabilmente alla decisione più logica, ovvero quella di  limitare il deflusso delle dighe che alimentano il letto del fiume. (Continua a leggere dopo la foto).


Una volta diminuito il livello delle acque, dunque, saranno facilitate le ricerche. Così si legge nella nota dell’Aperia, società idroelettrica incaricata dell’operazione: “Vista la programmazione della produzione degli impianti in seguito a delle manutenzioni programmate già da tempo sarà possibile un abbassamento dei livelli del fiume Adige per un massimo di 20-30 centimetri”. (Continua a leggere dopo la foto).

E ancora: “Questo sarà possibile grazie a dei fuori servizi già previsti e programmati da tempo degli impianti di Glorenza, Naturno, Tel e Marlengo, Lana e Brunico”. Si va in cerca di una risposta su quella macchia trovata sul fondale. Infatti secondo una prima ricostruzione fatta avanti dalla Procura, i corpi dei coniugi Neumair potrebbero essere stati gettati nel fiume dal Ponte della Vadena. (Continua a leggere dopo le foto).

E questo sarebbe avvenuto, sempre secondo l’ipotesi avanzata, proprio la sera del 4 gennaio quando Benno si sarebbe trovato alla guida della Volvo per raggiungere Ora. Poi un ammanco di 40 minuti, arco temporale che, secondo quanto affermato dal figlio Benno, sarebbe stato trascorso dal 30enne a fumare e a rilassarsi, prima di rimettersi in marcia verso casa dell’amica dove poi avrebbe trascorso l’intera notte.

“Morta dopo un volo di 70 metri”. Un incidente spaventoso, il corpo di Silvia in fondo al burrone