Covid Italia, scoppia il mega-focolaio: oltre 100 persone positive e morti. La situazione

Bitonto, maxi focolaio in una Rsa. Un bilancio che desta non poche preoccupazioni quello all’interno della Rsa barese “Fondazione Villa Giovanni XXIII”. Al momento risultano 3 gli anziani deceduti e ben 110 i positivi al Covid, tra anziani e operatori. Immediato l’intervento dell’Asl pugliese di riferimento che ha così effettuato i tamponi al fine di individuare i soggetti contagiati dal virus.

Troppi contagi nella Rsa barese, e anche qualche ricovero. Le condizioni di salute di tre anziani si sono aggravate al punto da condurre al decesso. Correva il mese di dicembre quando anche  la casa di riposo “Carmela di Brindisi Valentini” di Putignano, era stata annoverata tra i focolai Covid scoppiati in Puglia; una situazione che ad oggi sembra essere rientrata. (Continua a leggere dopo la foto).


La buona notizia viene data dalla sindaca Luciana Laera: “Una buona notizia per il nostro paese abbiamo ricevuto conferma che, a seguito dei tamponi di controllo eseguiti, tutto il personale e gli ospiti della casa di riposo sita al quartiere San Pietro Piturno si sono negativizzati”. Diventa Covid Free la Carmela di Brindisi Valentini, mentre rimangono 4 i positivi della casa di riposo “Padre Semeria” di Gioia del Colle. (Continua a leggere dopo la foto).

Infatti nella stessa i contagi erano saliti a 48, sette dei quali erano deceduti, tutto nel giro di poche settimane. E alla luce di ciò, a partire da lunedì prossimo, saranno proprio la Asl della regione a contattare gli over 80enni. Il fine è ovviamente quello di raccogliere le “dichiarazioni di interesse” in modo da dare il consenso al vaccino anti Covid e questo senza la necessità di effettuare alcuna prenotazione. (Continua a leggere dopo le foto).

Infatti le chiamate partiranno direttamente dai dipartimenti di Prevenzione. Nello specifico saranno contattati ben 250mila anziani, liste già pronte alla mano. Superato questo primo step, sarà dunque possibile procedere per appuntamento; per i soggetti impossibilitati a deambulare, la somministrazione del vaccino avverrà a domicilio. Quali vaccini nello specifico? Il siero Pfizer, ma anche l’AstraZeneca per gli under 55enni.

“Gioca con me o mi ammazzo”. La nuova (e assurda) challenge sbarca in Italia: 13enne salvato dalla polizia