Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Bimba, vieni con me”. Terrore in farmacia, poi le urla: intervengono tutti, arrivano i carabinieri

  • Italia
Imperia, una donna tenta di portare via una bambina ai genitori

Momenti di paura nel pomeriggio di lunedì 17 luglio a Imperia, in Liguria. L’allarme è scattato immediatamente e sul posto, in una nota farmacia della città ligure, n zona Oneglia, in largo Sabatini, sono arrivati i carabinieri con diverse squadre. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, che cita alcuni testimoni, prima che la ragazza molestasse il padre e la madre di una bambina di un anno ha detto alcune frasi che hanno spaventato i due, che infatti poi hanno subito chiamato i carabinieri.

I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia locale sono arrivati sul posto e hanno fermato una ragazza di 19 anni che aveva cercato di portare via la bambina ai due. La ragazza si è rivolta alla bambina dicendole “Vieni via con me”, poi ha seguito i tre fin dentro la farmacia, e rivolgendosi ai genitori ha iniziato a urlare “dammi la bambina, dammi la bambina”.

Leggi anche: “Lo hanno trovato”. Salvo il disperso in mare, la scoperta quando le speranze erano ormai finite

Imperia, una donna tenta di portare via una bambina ai genitori


Imperia, una donna tenta di portare via una bambina ai genitori

Sul posto sono arrivati i carabinieri che l’hanno immobilizzata a terra, mentre cercava di fuggire. I genitori della bambina hanno deciso di non presentare alcuna denuncia nei confronti della ragazza, che è stata poi portata in caserma dai carabinieri nel comando provinciale (non si trova in stato di fermo) e poi ricoverata nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Imperia e sottoposta a fermo di identificazione.

Imperia, una donna tenta di portare via una bambina ai genitori

“Non si è trattato di rapimento – ha spiegato il procuratore capo di Imperia Alberto Lari – i genitori sono stati molestati ma non aggrediti, tanto che non hanno voluto neppure presentare denuncia formale”. Secondo alcuni media locali, poco dopo la scoperta choc, perché in passato la ragazza ha dato in escandescenze in pubblico sempre a Imperia, ha avuto problemi di depressione ed è stata sottoposta pure a qualche (TSO) Trattamento Sanitario Obbligatorio. Lo stato agitato della ragazza e le sue urla, infatti, hanno spaventato la coppia e alcuni presenti alla scena, cosa che ha indotto a chiedere l’intervento dei militari. 

In largo Sabatini, oltre alle forze dell’ordine, sono intervenuti gli operatori della Croce Rossa di Imperia e il 118 che hanno calmato la giovane, ora ricoverata all’ospedale per una serie di esami, alcologici e tossicologici compresi. Anche i parenti della bambina sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso. La farmacia ha avuto diversi danni.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004