“Non vi sembra strano?”. Coniugi di Bolzano, la mossa del figlio Benno Neumair dal carcere. Il giallo di quei vestiti

Benno Neumair è accusato di aver ucciso i propri genitori e di averne fatto sparire i corpi. Al momento è rinchiuso nel carcere di Bolzano dal 29 gennaio con l’accusa di duplice omicidio e occultamento di cadavere. Peter Neumair e Laura Perselli, insegnanti in pensione, erano scomparsi il 4 gennaio del 2021 senza lasciare tracce e subito la figlia Madè ha sospettato che il fratello Benno potesse essere in qualche modo coinvolto.

Il 7 febbraio scorso è poi arrivata la notizia del ritrovamento, nel fiume Adige, del corpo della madre di Benno e Madè, la 68enne Laura Perselli. Quando Benno Neumair è stato informato, i suoi legali hanno fatto sapere che “si è emozionato tantissimo, non è nemmeno riuscito a finire la frase e si è messo a piangere, perché in fondo ha sempre avuto la speranza che i suoi genitori fossero vivi”. Adesso, come riferisce anche Today, il giovane Benno vuole parlare. (Continua a leggere dopo la foto)

Mentre il corpo del padre di Benno e marito di Laura, Peter Neumair, ancora non è stato ritrovato, il 30enne culturista ha chiesto di essere ascoltato dai magistrati che stanno indagando sulla vicenda, ovvero Igor Secco e Federica Iovene. La data non è stata ancora fissata, ma l’interrogatorio potrebbe svolgersi già a partire da lunedì primo marzo. E ovviamente c’è grande attesa perché fino ad ora Benno Neumair, che è rinchiuso in una cella d’isolamento, si è sempre dichiarato innocente. (Continua a leggere dopo la foto)


Mercoledì 23 febbraio, nel corso di una puntata del programma Rai “Chi l’ha Visto” l’inviato si chiede: “Non vi sembra strano che Benno abbia lasciato tutta questa roba?”. Il giornalista si riferisce ai vestiti che Benno Neumair ha lasciato nella casa dell’amica di Ora, piccolo comune poco distante, una ventina di chilometri, dall’abitazione a Bolzano dei Neumair. Proprio la sera della scomparsa dei suoi genitori, infatti, Benno Neumair si recò ad Ora per trascorrere la notte. E, dagli spostamenti effettuati dal 30enne ricostruiti grazie alle celle del suo telefonino, gli inquirenti ritengono che il tempo impiegato da Benno per raggiungere l’amica, ovvero circa un’ora, sia stato eccessivo. (Continua a leggere dopo la foto)

Benno Neumair, relativamente a quella notte, si è giustificato dicendo di essersi fermato nelle vicinanze di un laghetto per rilassarsi. I magistrati sostengono invece che Benno abbia utilizzato quel tempo per disfarsi dei cadaveri dei suoi genitori, qualche ora dopo averli uccisi. Ma si tratta di ipotesi tutte da verificare e convalidare. Per l’accusa Benno Neumair avrebbe gettato i corpi della madre Laura Perselli e del padre Peter da un ponte che si trova proprio tra Ora e Bolzano. E qui, su quel ponte, sono state rinvenute delle macchie di sangue che si stanno analizzando. I risultati di queste ricerche saranno consegnati agli inquirenti e al giudice Carla Scheidle giovedì 8 aprile.

Coniugi di Bolzano, Benno scarcerato? Attesa la decisione dei giudici. Ed è il timore della sorella