Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
battesimo-acido

Battesimo choc, la bimba finisce in ospedale: la terribile scoperta nell’acqua benedetta

  • Italia

Attimi di terrore in un chiesa a Villafranca Tirrena, in provincia di Messina quando una bimba di 8 mesi che stava ricevendo il sacramento del battesimo è stata raggiunta da alcune gocce di acido finite. Secondo una prima ricostruzione uno zio della piccola durante il rito ha avvertito un bruciore venendo a contatto con l’acqua battesimale. Stessa sorte è toccata alla piccola per la quale è scattata immediatamente la corsa al pronto soccorso del più vicino ospedale.


Mentre la piccola era soccorsa e visitata dai medici è partita la ricerca del responsabile. A quanto scrivono i media locali “pare che un ragazzino, incaricato di trovare una bottiglia dal parroco molto anziano, ne abbia trovata una nel bagno della chiesa, ma con appena qualche centimetro di liquido trasparente. Pensando fosse acqua, il ragazzino ha continuato a riempirla senza svuotarla prima, per portarla al fonte battesimale”.

Leggi anche: Bimbo di 2 anni muore travolto dall’auto del papà: il fratellino avrebbe inserito la marcia

Villafranca Tirrena acido nell'acqua battesimale


Villafranca Tirrena, acido nell’acqua battesimale: bimba in ospedale


A quanto pare nell’acqua c’erano tracce di un disinfettante utilizzato come solvente per la pulizia delle stanze. Per fortuna non ci sono state conseguenze. Al Policlinico di Messina i medici, si sono resi conto che la situazione non era grave e nonostante gli arrossamenti, hanno ritenuto di poter dimettere la bimba. LA famiglia non ha denunciato l’accaduto ritenendo che sia stato frutto di una disattenzione commessa in totale buona fede.

Villafranca Tirrena acido nell'acqua battesimale


Purtroppo storie del genere, seppure in contesti diversi, non sono sconosciute alla cronaca. Racconta il quotidiano di Puglia come lo scorso 26 dicembre: “La disavventura era capitata ad una coppia di Monopoli, in provincia di Bari, un bar lungo corso Umberto per bere un caffè seduti ad un tavolino. Il giovane, dopo aver bevuto un piccolissimo sorso di liquido che credeva fosse acqua, aveva accusato un malore”.

Villafranca Tirrena acido nell'acqua battesimale


“Portato d’urgenza al vicino ospedale “San Giacomo”, i sanitari gli hanno effettuato una lavanda gastrica. La minima quantità di liquido assunto, che in realtà è stato accertato essere soda caustica, ha per fortuna evitato guai devastanti agli organi interni. La ragazza che era con lui, sentendo il cattivo odore, invece, non aveva bevuto”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004