Cade dalla bici, nessuna ferita ma muore in casa il giorno dopo. Aveva 8 anni, avviate indagini

La tragedia è avvenuta dopo una caduta con la bici. A quanto pare non erano sorte alcune gravi conseguenze postume alla caduta in bici di una bimba di 8 anni, avvenuta mercoledì a Ferrara. Col passare delle ore, però, ecco che la comparsa dei primi malesseri hanno gettato le basi per lanciare l’allarme.

Con l’aggravarsi repentino delle sue condizioni di salute, il banale ‘incidente’ in bicicletta si è rivelato mortale per la piccola. Ad oggi sarà l’autopsia sul corpo della 8enne a fare chiarezza sulle dinamiche dell’accadimento. La bambina di origine marocchina è caduta dalla bicicletta sbattendo la testa mentre pedalava.

L’episodio ha avuto luogo mercoledì scorso intorno alle 18 nella zona dell’Acquedotto a Ferrara, dove la piccola era in compagnia del fratello più grande di due anni. Una caduta all’apparenza banale e ‘di routine’: dopo attimi di apprensione, il ritorno a casa, il ghiaccio sul capo e poi il riposo. Invece la bimba ha trovato la morte giovedì intorno all’ora di pranzo, come riporta la stampa locale. A dare un senso a quanto accaduto sarà l’autopsia applicata dalla Procura della città di Ferrara. Per questo – aggiunge l’edizione ferrarese de ‘Il resto del Carlino’ – i genitori della piccola, solo come atto dovuto, sono stati iscritti nel registro degli indagati aperto dalla magistratura per fare piena luce sui fatti.


Nella notte tra mercoledì e giovedì i primi malesseri, la mattina poi la comparsa del vomito, l’aggravarsi delle condizioni, la chiamata ai medici del 118 che si sono prodigati per soccorrere la bambina il cui cuore ha smesso di battere verso le 13. Da qui sono partite le indagini della Squadra Mobile della Polizia di Ferrara che ha raccolto le testimonianze dei genitori e del fratello della piccola.

Pubblicato il alle ore 13:09 Ultima modifica il alle ore 13:09