Crolla il ballatoio di una palazzina, due persone sotto le macerie. Sebastiano muore a 45 anni, un ferito grave

È di un morto e di un ferito il bilancio di un grave incidente avvenuto nella mattinata di martedì 15 giugno ad Avola, in provincia di Siracusa, in Sicilia. Secondo quanto ricostruisce il quotidiano ‘La Sicilia’, per cause in via di accertamento si è verificato il crollo di un ballatoio di un edificio in via Caldarella che ha coinvolto due persone.

La vittima di chiamava Sebastiano Presti e aveva 45 anni. Immediata la chiamata al 118 e ai vigili del fuoco, intervenuti sul posto per estrarre le due persone rimaste sepolte dai calcinacci del ballatoio. Purtroppo per uno degli uomini non c’è stato niente da fare, mentre il secondo uomo coinvolto nell’incidente è stato trasportato in elisoccorso all’ospedale Cannizzaro di Catania. 

avola incidente lavoro

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con due squadre e gli operatori del 118 con l’eliambulanza che ha trasportato il ferito al nosocomio catanese. La vittima, Sebastiano Presti, aveva 45 anni, e lascia la moglie e due figli. Si trovava sul ballatoio insieme al collega – entrambi operai – in un cantiere edile.


avola incidente lavoro

I due stavano lavorando alla ristrutturazione di una palazzina privata, quando la struttura è crollata all’improvviso. I due operai sono stati investiti dai calcinacci e purtroppo per uno di loro non c’è stato scampo. Come ricostruiscono i quotidiani locali, la procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta per fare luce sull’accaduto. La struttura è stata posta sotto sequestro e ora sarà compito degli inquirenti capire se nel cantiere siano state rispettate tutte le misure di sicurezza.

avola incidente lavoro
avola incidente lavoro

“Manifesto profondo cordoglio per questa tragedia ed esprimo la vicinanza alla famiglia della vittima e alla ditta e agli operai coinvolti”, ha detto il sindaco di Avola, Luca Cannata. “Un momento di sconforto per l’intera comunità – dice – che apprende sgomenta questa disgrazia sul luogo di lavoro”.

Pubblicato il alle ore 14:15 Ultima modifica il alle ore 14:15